regina margherita
Eventi
PALAZZO MADAMA

Margherita, la Regina delle influencer

Con il suo stile condizionò l’arte, la letteratura, la moda, il costume e persino la pizza. A lei è dedicata la vasta esposizione che si aprirà il 17 febbraio in piazza Castello

È stata una “influencer” ante litteram. Ha esercitato la sua capacità attrattiva e condizionante un po’ su tutto, arte, letteratura, musica, moda, costume. E non ultimo, il gusto. Al suo nome ha legato anche il piatto italiano più famoso al mondo, la pizza.

E se anche quella pizza a base di pomodoro, mozzarella e basilico non fu creata appositamente per lei a lei l’intitolò il pizzaiolo Raffaele Esposito, in occasione della sua visita a Napoli nel 1889. Prima Regina d’Italia, nipote del primo Re d’Italia, moglie del secondo Re d’Italia, madre del terzo Re d’Italia, alla Regina Margherita è dedicata la mostra che si aprirà il 17 febbraio prossimo a Palazzo Madama (rimarrà visibile fino al 26 giugno).

Coordinata da Maria Paola Ruffino la rassegna “Margherita di Savoia Regina d’Italia” ricostruisce nella Sala Senato/Camera Madama Reale la figura di un personaggio simbolo di una Italia che stava cambiando nel nome della modernità e del progresso. Una figura che prende forma attraverso una sessantina di opere, tra ritratti, dipinti, sculture, gioielli, abiti, strumenti musicali, manoscritti, libri, tappezzerie, mobili e oggetti di arredo, provenienti da importanti collezioni private e pubbliche, oltre che proiezioni di filmati e immagini d’epoca, effetti sonori e musica da camera. Il racconto espositivo inizia con il matrimonio tra Margherita e il Principe di Piemonte Umberto, celebrato nel Duomo di Torino il 22 aprile 1868 e con i festeggiamenti che lo accompagnarono; prosegue poi con la nascita, nella Reggia di Napoli, dell’erede al trono Vittorio Emanuele.

Margherita come icona di stile per l’aristocrazia e il popolo si ritrova, in mostra, nel riallestimento degli appartamenti destinati a lei e a Umberto nelle diverse residenze reali lussuosamente arredate con porcellane, arazzi, tappeti. Tra queste anche il Palazzo del Quirinale. Fu lei che al Quirinale diede vita alla tradizione dei concerti e fu sempre lei ad addobbare un albero nelle stanze del Quirinale con oggetti in vetro soffiato diffondendo per prima la tradizione dell’albero di Natale in Italia. A testimoniare, al termine del percorso espositivo, l’affetto della popolazione per la regina l’omaggio imponente tributatole al passaggio del treno che portava la sua salma a Roma per la sepoltura al Panteon, omaggio filmato dall’Istituto Luce.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Rubriche
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo