Roberto Mancini (foto depositphotos)
Sport
TEST CON LA MOLDAVIA

Mancini a tutto campo: «Polemiche nel Dna. La mia l’Italia unisce»

Alla vigilia dell’amichevole in programma stasera contro la Moldavia a Firenze (ore 20,45; Rai1) il commissario tecnico usa toni tutt’altro che amichevoli per risponder alle parole del ministro Speranza«A volte – ha detto durante la conferenza stampa della vigilia – bisogna pensare prima, quando si parla. Lo sport è un diritto, come la scuola e il lavoro, non è una cosa che ci viene data così. Lo sport è praticato da milioni di italiani a tutti i livelli». Mancini ha poi parlato anche del potere di coesione della sua Nazionale, di fronte alle continue polemiche, invece, che stanno coinvolgendo il calcio italiano in questo momento: «La litigiosità fa parte del nostro dna – ha dichiarato -. Noi siamo contenti che la Nazionale attiri di nuovo tanti telespettatori: vuol dire che i ragazzi fanno divertire. Questo soprattutto ci inorgoglisce». Roberto Mancini spera nel graduale ritorno degli spettatori negli stadi. Allo stadio Franchi di Firenze, questa sera, ci saranno mille invitati – come in Polonia domenica prossima: «La mia idea rimane quella che ci possano essere le persone a vedere le partite – ha aggiunto -. In quasi tutta Europa hanno parzialmente riaperto. A Danzica ci saranno 10mila persone e ne siamo contenti».

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo