infermiere
News
IL CASO

Mancano infermieri e le Asl li “affittano” dalle società private

Centinaia di migliaia di euro per i pazienti Covid

Il personale manca, gli spazi pure. E allora la nostra sanità si rivolge ai privati, affittando cliniche e alberghi per ospitare i malati di coronavirus, ma anche gli infermieri per assisterli nelle strutture pubbliche. Come all’Oftalmico, convertito in Covid hospital grazie al lavoro di squadre di operai che si sono date il cambio anche di notte, persino la domenica. Ma poi è arrivato il momento di costituire le équipe cui affidare i pazienti e i reparti nuovi di pacca hanno rischiato di rimanere vuoti, visto che non c’erano abbastanza infermieri. Così, la Asl Città di Torino per i 20 posti letto a bassa intensità si è vista costretta ad affidare il servizio a una società privata, il Gruppo Gheron srl, che ora si impegna a garantire le prestazioni richieste fino al 31 dicembre per 262mila euro Iva compresa. «Lo stato emergenziale dovuto alla diffusione del Covid e le relative necessità contingenti – premette la Asl nell’atto che dà il via libera all’accordo – hanno fatto emergere una profonda carenza di personale sanitario capace di garantire assistenza infermieristica e di supporto all’interno dei presidii ospedalieri».

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo