IL CASO Affetto dalla sindrome di Down, aveva 23 giorni

«Malattia non curata e il neonato è morto». Sotto inchiesta in 15

La battaglia di perizie sul morbo di Hirschprung. La difesa: «La causa è un altro tipo di patologia»

Un neonato di 23 giorni morto, il sospetto che la tragedia si potesse evitare, quindici medici finiti sotto indagine. È una storia triste quella di Andrea (lo chiameremo così), affetto dalla sindrome di Down, costretto fin da piccolissimo a fare i conti con un male che sovente è accompagnato da altre patologie. Ed è un’inchiesta complicata quella coordinata dal pm Ciro Santoriello. Con perizie e controperizie che stabiliscono verità diverse e contrapposte. Affermando (oppure negando) le responsabilità di quei camici bianchi che, ipotizza la Procura nell’avviso di conclusione delle indagini, non avrebbero riconosciuto un raro morbo che andava curato con un intervento chirurgico.

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single