maneskin eurovision 21
Tempo Libero
VERSO L’EUROVISION

Mahmood e i Maneskin al Principi di Piemonte come le star del tennis

Il lussuoso hotel del centro ospiterà il duo di “Brividi”, i conduttori Mika, Pausini, Cattelan e la rock band di “Zitti e buoni”, super ospite della finalissima di maggio

Sono ore convulse queste per il prestigioso hotel del centro di Torino Principi di Piemonte. Sì perché, nonostante manchino ancora due mesi all’inizio dell’Eurovision Song Contest del PalaOlimpico, sono queste le settimane calde in cui si stanno portando a termine le prenotazioni delle tante star che, così come avvenne a novembre per le Atp Finals, invaderanno le sue suite.

E allora via al cambio di lenzuola, di pura seta o lino s’intende, che dopo Djokovic, Berrettini, Jannik, and company, lasceranno il posto ai finalisti italiani della competizione canora, Mahmood e Blanco, ai conduttori, Mika, Laura Pausini, Alessandro Cattelan e, soprattutto, agli attesissimi Maneskin che, dopo essere stati concorrenti, torneranno sul palco di Eurovision un anno dopo in qualità di super star internazionali. Saranno loro, i trionfatori dell’edizione 2021 di Rotterdam, infatti, ad aprire come da regolamento la finalissima di maggio, dando così un contentino ai fan che attendevano la band romana in concerto nei palazzetti di tutta Europa. A Torino si sarebbero dovuti esibire il 3 aprile prossimo ma, come si sa, in seguito alle restrizioni ancora in atto per via della pandemia, il tutto è stato nuovamente rimandato a data da destinarsi. Di lunedì scorso, inoltre, il post con il quale i Maneskin hanno annunciato che, nonostante gli sforzi, non sono ancora in grado di comunicare le nuove date dei live: “Nonostante il nostro desiderio di darvi aggiornamenti sul tour europeo e italiano entro il 1° marzo, non siamo in grado di definire e condividere le nuove date in questo momento di tensione per l’Europa e per il mondo intero. Siamo più vicini che mai a tutte le persone afflitte dalla guerra in questo momento”, si legge. Una nota amara, un’altra, che va ad aggiungersi alle tante dettata dalla pandemia e che questa volta fa parte della colonna sonora del dramma della guerra fra Russia e Ucraina. Una guerra alla quale il mondo dello spettacolo, compreso Eurovision, non è rimasto indifferente espellendo dalla competizione i Russi. Di queste ore, inoltre, la notizia dei bookmaker seconda la quale la band ucraina in gara, la Kalush Orchestra, è balzata in cima alla classifica dei toto vincitori, finora guidata da Mahmood e Blanco passati al secondo posto. Nella speranza che le cose migliorino dato che al momento alcuni membri della band si sono improvvisati soldati per cercare di difendere il proprio paese.

Non solo Principi di Piemonte, infine, a maggio il sold out dovuto alle prenotazioni dei rappresentanti di 39 Paesi europei e dell’Australia si è registrato anche negli altri hotel di lusso della città, il Golden Palace, il Turin Palace, la catena Nh Hotel, per la gioia dei fan che già stanno organizzando le spole a caccia di selfie e autografi.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo