Alexander Lernet-Holenia gn
Libri
LA NOVITÀ

L’uomo che scompare nelle catacombe di Roma ha la cattiva coscienza degli ex sudditi del Reich

Per la prima volta in Italia “Il conte Luna” di Alexander Lernet-Holenia

Alexander Jessiersky, in una bella mattina di Roma, aveva una prenotazione per un viaggio, aveva impegni, ma anche una mappa con sé di un luogo misterioso, le catacombe di Pretestato, largamente inesplorate e dove, tempo prima, due sacerdoti francesi erano spariti nel nulla. Convincendo il custode, Jessiersky si avventura negli oscuri sotterranei e sparisce nel nulla.

Pare l’inizio di un mistero, invece è di fatto la fine. Ché Alexander Jessiersky, imprenditore facoltoso nonostante la sua pigra gestione di una azienda ereditata, sedicente aristocratico cui viene negato – e con ottime ragioni – il titolo di conte, in quelle catacombe ci finisce per sfuggire a un fantasma, uno di quelli che appaiono dalla coscienza degli uomini non giusti, ma che alla fine si trovano a scontare colpe ataviche, il fantasma del Conte Luna.

“Il conte Luna” (Adelphi, 18 euro, traduzione di Giovanna Agabio) è il romanzo di Alexander Lernet-Holenia, scrittore austriaco morto nel 1976, che per la prima volta, dagli anni cinquanta, viene tradotto in Italia. Un romanzo per certi versi storico e per altri a tinte estremamente dark, dove il realismo magico diventa gotico. Come nella genealogia di Jessiersky, una Genesi di misfatti e truffe che dalla Polonia passa tra Russia, Germania, Austria, Italia, scaricando sull’ultimo discendente un’aura di peccato. Jessiersky, però, nella Germania nazista ha commesso un peccato in proprio, espropriando – involontariamente – il conte Luna delle sue proprietà, rendendosi colpevole, soprattutto ai propri occhi, della deportazione in un lager del vecchio monarchico già inviso al Reich. A nulla sono valsi i tentativi di fargli avere aiuti nel campo di concentramento, né di intervenire presso la sua famiglia, che anzi lo sospetta di essere una spia e appoggia il Reich. A guerra finita, negli anni Cinquanta, Jessiersky si sente carnefice del conte e ne teme una vendetta molto dumasiana: lo vede nelle strade, lo riconosce – pur avendone visto solo una foto giovanile, da militare – nell’uomo che offre dolcetti a sua figlia. Il carnefice – carnefice come si sentivano gli ex sudditi del Reich che senza esserne sostenitori non ne sono stati avversari, visti da lui ex ufficiale nella Grande Guerra, membro della resistenza in Carinzia, censurato dal Reich nel secondo conflitto – diventa perseguitato dal senso di colpa di un intero popolo e non a caso si dirige verso le catacombe rifugio dei perseguitati cristiani, ma anche luogo di un redde rationem ineludibile.

IL CONTE LUNA
Autore: Alexander Lernet-Holenia
Editore: Adelphi
Genere: Romanzo
Prezzo: 18 euro

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo