sergio bertot funerale
Cronaca
RIVAROLO

L’ultimo addio a Sergio Bertot, storico industriale canavesano

Il papà dell’ex sindaco Fabrizio si è spento domenica all’età di 88 anni

Ieri pomeriggio, nella chiesa parrocchiale di San Giacomo, Rivarolo ha detto addio a Sergio Bertot, storico imprenditore canavesano mancato a 88 anni.

Una vita dedicata al lavoro e alla famiglia, nel corso della quale ha provato il dolore della perdita di un figlio e la gioia di vederne un altro, Fabrizio, diventare sindaco. Sergio Bertot dopo la laurea in economia, si è sempre occupato di aziende e bilanci, legando il proprio nome alla Meta, alle Officine Canavesane e alla Stamet di Feletto, azienda leader nel settore degli stampaggi, dove è poi subentrato il figlio.

Dopo una carriera da protagonista attraverso gli anni del boom imprenditoriale canavesano, Bertot si era ritirato nella sua Rivarolo e da qui aveva seguito da vicino l’avventura politica del figlio Fabrizio dagli esordi come consigliere comunale fino all’elezione come sindaco e al salto nell’Europarlamento. Successi di cui è sempre stato orgoglioso, anche se ha sempre preferito non esporsi politicamente in prima persona, scegliendo la scrivania di un’azienda piuttosto di quella di un amministratore pubblico. Ma il suo nome in Canavese non è legato solo all’imprenditoria: è stato infatti uno dei soci fondatori del Lions club Alto Canavese, un’istituzione del territorio.

Sergio Bertot, oltre al figlio Fabrizio e a Manuela, lascia i nipoti Alessio, Letizia e Benedetta.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Gruppo Gheron
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo