GASSINO

L’ultima trovata dei teppisti: trappola per pedoni in strada

Un filo di ferro per far cadere i passanti. E a Halloween irruzione in un alloggio

La trappola che ha fatto cadere una donna

Un filo di ferro nel bel mezzo della strada, un ostacolo poco evidente per mandare al tappeto i passanti.

Dalla notte di Halloween in poi la città di Gassino è stata protagonista di una serie di eventi quanto meno curiosi per non dire pericolosi per chi li ha subiti. L’ultimo, in ordine di tempo, è andato in scena domenica mattina, alle prime luci dell’alba quando una donna è finita per terra nel bel mezzo del centro cittadino. Una caduta causata da una specie di “scherzo”, molto pericoloso per i passanti, come racconta la vittima. «Certi scherzi – racconta una gassinese – non dovrebbero assolutamente essere fatti, stamattina andando al lavoro verso le 6 sono inciampata rovinandomi la caviglia per colpa di un filo metallico che qualcuno ha legato in mezzo al marciapiedi, mi stupisco dell’educazione che troviamo in giro, fate attenzione nel caso passino degli anziani in zona perché possono farsi malissimo». Un episodio ancora più grave se si pensa che proprio a causa di una banale caduta per un tombino sporgente solo pochi giorni fa a Torino è morta un’anziana. Insomma, difficile che non si sia consapevoli della pericolosità di un simile gesto.

Ma non è tutto, perché l’episodio più curioso si è verificato proprio nella notte delle streghe, tra il 31 ottobre e il 1 novembre, quando alcuni ragazzini si sono intrufolati all’interno di una casa. «Volevo fare i miei complimenti ai ragazzi delle medie e soprattutto ai genitori – racconta un altro gassinese sul gruppo cittadino di Facebook – che ancora se ne fregano di gestire i propri figli. La sera di Halloween un gruppo di ragazzi è entrato nel mio garage e poi aprendo la porta che dà verso l’interno si è precipitato in casa spaventando la famiglia. Non sapete insegnare l’educazione ai vostri figli. Fossero entrati nella casa sbagliata cosa sarebbe successo ? Ho un cane corso che gira per casa, se fosse stato all’interno invece che all’esterno come l’avremmo giustificata? Le facce qua a gassino sono sempre le stesse, i bambini li riconoscerò. E andrò direttamente dai loro genitori».

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single