kevin intervento florida gn
Salute
LA STORIA

L’ultima operazione per Kevin: «Ora può tornare a camminare»

Ieri pomeriggio (15.30 italiane) l’intervento. A gennaio il ritorno a casa

Quattro ore di intervento dall’altra parte del mondo, in Florida. Se tutto andrà bene le ultime da passare intubato e sotto ai ferri. Ieri pomeriggio (alle 15.30 italiane) il piccolo Kevin, 4 anni a dicembre, si è sottoposto all’ultima operazione che gli permetterà, una volta uscito dalla sala operatoria, di tornare a camminare. All’inizio, per il primo mese, lo farà con un gesso chiuso. «Poi – racconta la mamma -, andremo a fare fisioterapia, che detto dell’equipe medica che lo segue, servirà a Kevin per aiutarlo a camminare in modo corretto». Una volta superate le quattro settimane dovrà togliere il gesso e avviare un percorso fisioterapico per un altro mese. Poi comincerà a muoversi con un tutore e con la scarpa rialzata. «Quindi il gesso – continua la madre -, verrà tolto tra il 10-15 di dicembre, in seguito dovremo fare la riabilitazione e torneremo a casa per il 27 gennaio 2022».

Per il ragazzino che arriva dal quartiere Lucento di Torino si avvicina, dunque, il lieto fine di una storia iniziata nel 2019. Con i primi appelli di Torino Cronaca e gli aiuti dei nostri lettori alla famiglia, importanti per pagare le spese del viaggio e delle visite al The Paley Orthopedic and Spine Institute, la clinica medica a West Palm Beach che si è presa in carico le sorti del bimbo.

Nato con una grave malformazione alle gambe, dopo una gravidanza perfetta, il piccolo si è subito trovato a fare i conti con una “emimelia tibiale”. Un problema che Zamira e papà Fabio hanno subìto provato a risolvere, recandosi negli ospedali di mezza Torino. Ma senza successo. Soltanto grazie a internet la famiglia è venuta in contatto con il dottor Paley, uno specialista nel campo ortopedico. L’inizio di un percorso, non certo facile, che ora si avvia verso la più bella delle conclusioni. Kevin in Italia andrà avanti con le fisioterapie. «Nel maggio 2023 dovremmo tornare in America a fare il primo allungamento del perone di 6-7 centimetri. Ci attende ancora un periodo lungo, una dura battaglia». Per aiutare ancora la famiglia, via PayPal: Sadiku.zamira@yahoo.it o dalla pagina Facebook “Realizziamo il desiderio di Kevin”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
LA RUBRICA
Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo