Luisa Corna
Spettacolo Tempo Libero
L’INTERVISTA

A TU PER TU CON LUISA CORNA. «Ho sfilato, recitato e fatto Tv, ma adesso tornerò a cantare»

Accantonato (al momento) il piccolo schermo, la bella Luisa si sta dedicando al canto: a fine aprile partirà il suo tour

Voce graffiante e fisico statuario, Luisa Corna ha dimostrato negli anni di essere un’artista camaleontica, dividendosi tra cinema, musica e Tv. Accantonati momentaneamente grande e piccolo schermo, la Corna si sta attualmente concentrando sul suo grande amore, il canto, preparandosi a tornare con un tour che partirà a fine aprile.

Cantante di professione, il pubblico l’ama per la sua voce grintosa. Come si è avvicinata al canto? 

«È una passione che risale a quando ero bambina. Presto qui ho iniziato a cantare nel coro nella chiesa e, successivamente, ad esibirmi nel teatro oratoriale».

Una svolta fondamentale è stata la partecipazione al Festival di Sanremo 2002 con Fausto Leali. Che ricordi ha di quell’esperienza?

«Per me è stato un momento magico. Da amante della musica, Sanremo è sempre stato un punto di riferimento importante e scoprire che un artista di grande esperienza come Leali voleva dividere il palco con me è stato un immenso privilegio».

Lei ha però mosso i primi passi nel mondo dello spettacolo come modella. 

«Sì, tutto è iniziato a 16 anni, quando mi sono trasferita a Milano per studiare canto. Qui, per essere indipendente economicamente, ho cominciato a lavorare come modella e fotomodella, sfilando per importanti nomi della moda ».

Tornerebbe a sfilare?

«Personalmente credo che ogni cosa abbia il suo tempo. È anche vero, però, che negli ultimi anni ci sono state importanti aperture nel mondo della moda e ore le passerelle non sono più riservate alle giovanissime, come a New York per esempio. Quindi, tornando alla domanda, non mi precluderei l’opportunità di tornare in passerella».

Ripercorrendo la sua carriera non possiamo non parlare di cinema. Da Gabriele Salvatores a Giorgio Panariello… 

«Con Salvatores l’opportunità è arrivata mentre studiavo canto. Cercavano una donna mora e dai colori un po’ india ni e ho deciso di provarci. Mi sono presentata al provino e fortunatamente ho ottenuto la parte. Con Panariello la collaborazione è arrivata successivamente, dopo che iniziai a lavorare in televisione».

Ed eccoci arrivati alla televisione. Qual è il programma che ricorda con più affetto?

«Ce ne sono diversi. Diciamo che visto il mio carattere schivo e timido non avrei mai pensato di riuscire un giorno a condurre con disinvoltura un programma televisivo. Dalle primissime esperienze a “Domenica In” fino alle collaborazioni con Corrado e Pingitore, sono davvero tante le esperienze che ricordo con gioia e mi è impossibile sceglierne solo una. La conduzione è stata per me un’opportunità di crescita, un’occasione per lavorare su me stessa e sulle mie insicurezze».

Sta lavorando ha qualche nuovo progetto? 

«Sì, sto lavorando a dei nuovi brani e al nuovo tour che dovrebbe partire a fine aprile».

Chi è Luisa Corna a telecamere spente?

«Sono una persona tranquilla che cerca di vivere la sua quotidianità con normalità».

Sei innamorata?

«Sì».

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo