luciano cannito rossella brescia
Spettacolo
Il nuovo direttore di Alfieri e Gioiello

Luciano Cannito: «Io e Rossella a Torino. E a dicembre porterò le star della danza»

Il ballerino, coreografo e regista laziale svela i suoi progetti legati al teatro di piazza Solferino

È stato direttore artistico del Balletto di Napoli, del Balletto di Roma, ha diretto il San Carlo di Napoli e il Massimo di Roma. E adesso? Adesso Luciano Cannito, ex ballerino, coreografo e regista laziale, classe 1962, si concentrerà sul Teatro Alfieri e il Gioiello, dopo il colpo di scena che ha visto il passaggio di gestione dalla famiglia Mesturino alla Fabrizio Di Fiore Entertainment.

«Sì, io e Rossella stiamo cercando casa qui – spiega Cannito, volto noto anche in tv grazie alla sua partecipazione come docente ad “Amici”, dal 2010 al 2013, nonché per essere legato sentimentalmente da 17 anni alla bella ballerina e showgirl Rossella Brescia –. Questa città ci piace molto e dalle Olimpiadi a oggi la trovo decisamente cambiata».

Com’è approdato all’Alfieri?
«Io e Gian Mesturino ci conosciamo da decenni, ma tutto è nato per caso durante la settimana torinese la scorsa stagione del mio “7 Spose per 7 fratelli”. “Ci sono tante persone interessate all’Alfieri”, mi disse, “ma io vorrei continuità”. Da lì, lo misi in contatto con Di Fiore e, come spesso accade nella vita, in un attimo tutto è cambiato».

Come sarà il futuro?
«Sarà ricco di tutto ciò che questi teatri hanno sempre rappresentato. Titoli popolari nel senso più bello del termine, continuità».

Ci può anticipare qualche sorpresa?
«Certo, una fra tutte. Il 27 dicembre stenderò il red carpet davanti all’Alfieri per ospitare un grande Gala di danza con nomi internazionali che non posso anticipare. Ci sarebbe dovuto essere anche Roberto Bolle ma lui sarà proprio in quei giorni al Teatro Regio con il suo “Roberto Bolle & Friends”. Inoltre, ogni anno a Torino nascerà una grande produzione, intendo musical, che da qui poi partirà per i teatri internazionali».

Lei e Rossella uniti anche dalla danza: qual è il segreto del vostro amore?
«Il rispetto assoluto e reciproco per la nostra professione. Lei è la mia complice migliore, facciamo di tutto per aiutarci a realizzare i nostri sogni. E, poi, insieme ridiamo e ci divertiamo tantissimo».

Cosa pensa di “Amici”?
«Che la passione artistica dei giovani debba essere sempre coltivata e che sia sbagliato avere preconcetti».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo