luci d'artista
Cultura
Stasera si accendono le installazioni luminose

Luci d’artista al via con tre nuove opere e omaggio all’Ucraina

La 25esima edizione vale 188mila euro. Lo Russo: «Non risparmiamo su arte e cultura nonostante il carobollette»

Le Luci d’artista festeggiano il loro primo quarto di secolo con tre nuove opere: “Azzurrogiallo”, dell’artista Giorgio Griffa illuminerà il cielo sopra i giardini Cavour con un omaggio all’Ucraina, la cui bandiera simile a quella della Città di Torino sarà il tema delle luminarie che evocheranno, insieme al paesaggio, la “Notte stellata” di van Gogh; la poesia ermetica luminosa “Io, sono nato qui.” di Renato Leotta adornerà invece il tetto dell’ospedale Sant’Anna e sarà regolata dalla Luna; mentre il grande punto interrogativo luminoso di Grazia Toderi si eleverà sulla cupola della Basilica Mauriziana in piazza della Repubblica a Porta Palazzo. Non verrà “steso” invece il “Tappeto volante” di Daniel Buren davanti a Palazzo Civico perché in manutenzione. In totale, le opere esposte saranno 26, 17 allestite in centro e 9 nelle altre circoscrizioni.

CAMBIANO GLI ORARI
Le installazioni luminose saranno visibili dal domani fino all’8 gennaio 2023 e subiranno una riduzione negli orari per risparmiare sul carobollette. Dalla domenica al giovedì il museo a cielo aperto si spegnerà alle 22, il venerdì e il sabato alle 24, orario che sarà mantenuto nel periodo di Natale e Capodanno, dal 19 dicembre al 2 gennaio 2023. L’organizzazione e la cura quest’anno è passata dal Teatro Regio a Torino Musei per un investimento di 100mila euro. A cui se ne aggiungono 88mila di elettricità. «Abbiamo deciso di non tagliare sull’arte e la cultura, nonostante il carobollette. La città spende 80 milioni di elettricità all’anno e in rapporto la spesa di elettricità delle luci d’artista incide poco. In compenso puntiamo ad attirare un maggiore numero di turisti con tre nuove opere».

SPETTACOLO PER TURISTI
Questa venticinquesima edizione sarà dedicata alla memoria dell’ex assessore alla Cultura, Fiorenzo Alfieri, ideatore dell’iniziativa, punta ad attirare i turisti che potranno anche orientarsi con il nuovo “Atlante delle luci d’artista” e consultare il nuovo sito internet dedicato all’evento.

L’inaugurazione ufficiale avverrà domani alle 18 con appuntamento in piazza Polonia all’ospedale Sant’Anna di fronte all’opera “io, sono nato qui.” di Renato Leotta. Dopo aver illuminato la prima installazione, si proseguirà alle ore 19 in piazza Cavour con l’accensione di “Azzurrogiallo” il nuovo lavoro di Giorgio Griffa e di tutte le altre Luci. Alle 20, infine, il pubblico è invitato a raggiungere piazza della Repubblica per scoprire ‘…?…’ di Grazia Toderi.

La manifestazione è un progetto della Città di Torino, realizzato da Fondazione Torino Musei e in collaborazione con la Fondazione per la Cultura. Si avvale del sostegno di Fondazione Compagnia di San Paolo e Fondazione Crt. Main sponsor Iren Spa. Nuovi partner: Consulta per la Valorizzazione dei Beni Artistici e Culturali di Torino, Il Mercato Centrale Torino, Cultura Italiae, Saganaki, Unione Industriali Torino che che ha finanziato il restauro di “Piccoli spiriti blu” di Rebecca Horn, attorno ai Cappuccini.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo