La storia del parco Faunistico L’Oasi degli Animali di San Sebastiano Po nasce nel 1993 quando il professor Dario Garabello decide di trasferirsi nella sua grande villa di campagna per dedicarsi alla sua grande passione: gli animali. E così che oggi alle porte di Torino convivono all’interno di un’unica tenuta animali esotici, animali da fattoria, struzzi, canguri albini, orsetti lavatori, asini, pony, tanti gatti che si fanno coccolare dai visitatori, non manca proprio nessuno in questa sorta di paradiso divenuto ormai famoso. Una vera oasi, appunto, che nel 2001 ha ricevuto anche il riconoscimento da parte del Comitato Scientifico italiano della C.I.T.S. All’interno dei suoi 160.000 mq ci sono insetti, ogni tipo di mammifero (dagli antilopi alle pecore), uccelli (dai pappagalli ai pavoni), rettili (serpenti, tartarughe) e quant’altro. Qui le bestie vengono accudite con amore cercando di ricreare l’ambiente naturale adatto a ogni specie. E c’è di più. Il parco fornisce supporto in molti casi di ritrovamento da parte delle guardie forestali di cuccioli di volpe, tassi, cinghiali. Nel caso di ritrovamento di cuccioli questi vengono portati al parco affinché siano svezzati, curati e poi, nei casi possibili, rimessi in libertà. L’amore per gli animali viene prima di tutto all’Oasi. Presente, infine, anche un’area pic nic e decine e decine di spazi floreali. Insomma, la natura è servita, non resta che viverla.

L’Oasi degli Animali, via Nobiei 45, San Sebastiano Po (Torino):
Telefono: 011.9191900. Il prezzo del biglietto è di 10 euro, 6 per i bambini fino a 11 anni, 1 euro per le scolaresche.
Orario: aperto tutto l’anno dalle 10 al tramonto;
Sito web: www.oasideglianimali.it.