Foto Depositphotos
News
E’ successo a Torino

Lite per il cellulare rubato: il ladro investe le vittime. Lui finisce in manette, loro in ospedale

Uno dei malcapitati aveva afferrato una vanga nel tentativo di colpire il malvivente

È stato arrestato, a Torino, il nigeriano che la sera dello scorso 29 marzo investì due suoi connazionali (un uomo ed una donna) con la propria auto al termine di una violenta lite. L’episodio, secondo quanto ricostruito dagli agenti del commissariato Barriera Milano, chiamati a fare luce sull’accaduto, si verificò all’altezza di via Calvi, angolo via Monte Nero. Le vittime furono soccorse e trasportati in ospedale, mentre l’autore folle del gesto si diede alla fuga.

LA LITE SCOPPIA PER UN FURTO
In un primo momento gli inquirenti avevano ipotizzato uno scontro fra spacciatori ma, dopo la cattura dell’uomo, un 32enne, avvenuta nei giorni scorsi, è emerso un quadro ben diverso. I poliziotti hanno infatti appurato che la lite era iniziata all’interno di un african shop in via Lauro Rossi. Il motivo della contesa non era affatto la droga, bensì il tentativo del nigeriano di impossessarsi del cellulare della sua connazionale.

TRAVOLGE LE VITTIME CON L’AUTO
Accortasi del furto, la malcapitata si era però ripresa con forza il telefonino, spalleggiata dal secondo nigeriano il quale, aveva, a sua volta, afferrato una vanga per colpire il ladro. Da qui era scaturita la discussione, poi trascinatasi all’esterno con il ladro balzato in auto e quindi scagliatosi contro i due. La ragazza se l’è cavata con qualche giorno di prognosi, mentre il giovane che era con lei si trova tuttora ricoverato all’ospedale Giovanni Bosco di Torino con la frattura del bacino. Ne avrà per un mese e mezzo.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo