azzurri
Sport
UNA NOTTE MAGICA

L’Italia fa la storia: rigori e tanto cuore per volare in finale

Un’altra impresa della squadra di Mancini, ora inglesi o danesi

Sfugge a dieci minuti dalla fine, arriva dagli undici metri: la finale sarà una roba azzurra, l’Italia elimina la temibile Spagna dopo i calci di rigore. Un’altra vittoria tanto bella quanto sofferta, con la dedica a Spinazzola che potrà mantenere la promessa di tornare al fianco dei compagni il prossimo 11 luglio. La Nazionale resta a Wembley, l’avventura continua. Luis Enrique sorprende Mancini con la scelta di mettere Oyarzabal anziché Morata, giocando senza prime punte di ruolo, e la posizione di Olmo manda in crisi il centrocampo azzurro: Jorginho è spesso saltato con le verticalizzazioni, la fase difensiva trema ma Donnarumma alza il muro. Dall’altra parte, invece, si punta tutto sugli scatti di Immobile, che però serve in ritardo Barella e svanisce un’ottima occasione. Il possesso è tutto delle Furie Rosse, la palla gol più nitida è dell’Italia: l’asse Insigne-Emerson sulla fascia mancina funziona bene, il brasiliano scheggia la traversa. Nella ripresa è ancora più chiaro lo schema dell’Italia, che fa del “catenaccio e contropiede” la propria arma migliore. E, da una ripartenza, arriva il vantaggio: la difesa spagnola è alta e Immobile sguscia via, poi Chiesa si mette in proprio e segna alla Insigne, con un destro a giro sul palo lontano. Luis Enrique decide di inserire Morata, lo juventino si infila tra i suoi compagni Bonucci e Chiellini e, dopo un’azione in velocità, si presenta davanti a Donnarumma: il sogno azzurro della finale si ferma a dieci minuti dalla fine, l’Italia scricchiola ma riesce a guadagnarsi i supplementari. Mancini si presenta con una formazione rimaneggiata, con Toloi e Pessina oltre a Belotti, Locatelli e Berardi, infine Chiesa alza bandiera bianca e il ct punta su Bernardeschi. Dal dischetto, l’unico errore di Locatelli è indolore, ci pensano Donnarumma respingendo su Morata e Jorginho con il penalty decisivo dopo le reti Belotti, Bonucci e Bernardeschi. Gli azzurri sono in finale, oggi si saprà contro chi: che sia Inghilterra o Danimarca, questa squadra ha dimostrato di poter sognare ancora.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo