L’AGGRESSIONE

L’infermiere eroe pestato e rapinato dagli spacciatori dell’area pedonale

Aggredito da un pusher appena uscito di galera. La polizia l’ha individuato nell’aiuola Ginzburg

Uscito dall’ospedale in cui lavora, dopo il turno serale, si è incamminato verso la fermata del tram, ma è stato aggredito e malmenato da due pusher, che lo hanno bloccato, steso a terra e minacciato con un coltello, portandogli via il denaro che aveva con sé. La vittima, un infermiere che aveva appena “smontato” il turno alle Molinette, è riuscita a fermare in via Madama Cristina una volante della polizia. Gli agenti hanno rintracciato nel giro di poco tempo uno dei due rapinatori, e lo hanno arrestato: per trovarlo, sono andati quasi a colpo sicuro. Il malvivente si era rifugiato nella zona dell’aiuola Ginzburg, in via Morgari, che confina con l’isola pedonale ricavata di recente davanti alla chiesa. Il pusher è stato ammanettato. È un sudanese molto conosciuto dalle forze dell’ordine, che ha sei pagine di precedenti, noto per essere sia spacciatore che consumatore di crack: per questo motivo diventerebbe violento, aggredendo clienti e passanti. Un fenomeno, quello dei pusher drogati, che, secondo le forze dell’ordine, sta diventando sempre più frequente a San Salvario.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single