bancomat
News
Piccoli ma continui prelievi con il bancomat E l’anziana sarebbe anche stata narcotizzata

L’IMBROGLIONA. La badante raggira anziana dottoressa: presi 300mila euro

Ne avevano carpito la fiducia. Per lei sbrigavano ogni tipo di affare: dalle spese di tutti i giorni, al pagamento delle bollette, ai prelievi al bancomat che, una volta inserito il pin, non smetteva mai di distribuire banconote. Una nonnina davvero d’oro, era il medico in pensione ultra ottantenne che una badante e colf straniera, con l’aiuto di un complice (forse una parente della truffatrice), ha circuito e derubato portandole via la bellezza di 300mila euro. Una vicenda che è venuta alla luce poco prima di Natale e i cui contorni sono ancora in via di definizione.

Teatro del raggiro, un elegante appartamento nel cuore di Torino: stucchi sui soffitti, quadri d’autore, mobili d’antiquariato in tutta la casa. Ma la badante, più che ai preziosi arredi, ha puntato ad impossessarsi dei contanti dell’ex dottoressa, una donna anziana che porta un nome conosciuto e stimato in tutta la città. Il colpo, particolarmente ricco, è stato messo a segno giorno dopo giorno, con prelievi non elevati, per non dare nell’occhio, ma che in pochi mesi hanno costituito un vero e proprio capitale.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE OGGI IN EDICOLA

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo