assembramenti via gorizia vaccini
Il Borghese

Licenzieranno un computer?

Tra rabbia e disperazione. Il sogno di potersi finalmente vaccinare contro il Covid che si trasforma nell’incubo di rimanere contagiati, stretti in un abbraccio pericoloso tra personale della scuola e ultraottantenni, qualcuno persino in carrozzella. Le immagini scattate in via Gorizia 112 A, uno dei luoghi scelti dalla Regione per la somministrazione di massa, valgono più delle parole e testimoniano il fallimento di un’operazione che stiamo raccontando da mesi, tra annunci e promesse. Il racconto di quanto è accaduto ieri pomeriggio ha aspetti drammatici ed è dovuta intervenire la polizia per mettere ordine tra la folla. Con gli agenti che, di fatto, si sono dovuti inventare un nuovo mestiere, quello degli impiegati dell’Asl per disciplinare gli accessi. Follia pura dovuta ad un errore del Csi, il consorzio per il sistema informativo della Regione, che ha sparato centinaia di sms impazziti con relativa convocazione a pensionati, docenti e bidelli. Un migliaio più o meno di persone, esattamente il doppio di quelle che erano in programma. Il resto lo raccontano i fatti. Ma il segnale di una profonda disorganizzazione è palpabile. E ciò nonostante, all’apparenza tutto fosse codificato: la segnalazione del medico di famiglia corredato per gli ultra ottantenni delle singole patologie, il recepimento da parte del sistema operativo del Csi, il relativo invito, tramite sms sul cellulare oppure via mail. Sulla carta pareva tutto perfetto, ma in pratica al quarto giorno siamo qui a raccontare un disastro. Che, tra parentesi, ne ricorda un altro, quando si persero migliaia di mail per i tamponi rendendo di fatto impossibile i tracciamenti dei positivi. In momenti come questi in un’azienda privata saltano le teste, e ci chiediamo quali siano, al di là di blande comunicazioni, i colpevoli. O meglio ancora le strutture e i responsabili di una organizzazione fondamentale per garantire la sicurezza, forse la vita dei nostri concittadini. Ma come finirà lo immaginiamo: licenzieranno un computer.

fossati@cronacaqui.it

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo