striscioni coronavirus foto 3
Buonanotte

Libertà vo cercando ch’è sì cara

Leggere i dati sui nuovi contagi è inutile perché anche i beté sanno che è questione di tamponi. Anche alla quota morti andrebbe tolta la media stagionale: quanti sono ‘più dell’anno scorso’. Ma il dato che consola è quello degli intubati, in costante calo. Segno evidente che qualche terapia efficace si è trovata, per far decorrere la malattia verso esiti non letali. Ciò indurrebbe a mollare i freni nella fase 2 (della quale abbiamo tutti un bisogno pazzesco, psichico ed economico), ma c’è chi si oppone. In primis i politici, che non vogliono rischiare, poi i garantiti (pensionati e pubblici dipendenti) che non hanno problemi di soldi. Sono gli apostoli della mascherina, gli sceriffi da balcone, gli agenti che stangano chi si sposta oltre i 250 mt o corre sulla battigia. Sono quelli che vogliono imporre a tutti l’app “Immuni” perché tengono alla pelle più che alla libertà. Questo merita una riflessione, specie nell’imminenza del 25 aprile. Facciamo pure finta che i tanto incensati partigiani siano stati davvero degli eroi ribellatisi alla dittatura nazifascista, e non dei furbi nascostisi in montagna per non partir soldati nella Rsi, mangiando a spese dei contadini senza lavorare . Facciamo finta. Sarebbero comunque tutte persone che anteposero la libertà alla vita, sfidando la morte in combattimenti e rastrellamenti pur di non restare schiavi di un potere assoluto. E come loro milioni di altri, nella storia, perché la libertà vale più della vita. Qualcuno lo ricordi a quelli che, pur di non rischiare la ghirba, accettano il sequestro arbitrario sine die, i software intrusivi e le norme d’isolamento paranoiche. E poi magari sono iscritti all’Anpi.

collino@cronacaqui.it

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Buonanotte
EDITORIALE DEL GIORNO
Buonanotte
EDITORIALE DEL GIORNO
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo