Bryan Adams
Spettacolo Tempo Libero
Appuntamento al PalaAlpitour

L’EVENTO. Bryan Adams in concerto a Torino. E i suoi fan già scatenati sui social

La rock star americana si esibirà in città il 12 novembre. Al via le prevendite

Un’altra grande rockstar è in arrivo in riva al Po. Si tratta di Bryan Adams. Il biondissimo musicista canadese è atteso al PalaAlpitour di corso Sebastopoli 123, la sera di venerdì 12 novembre. Per gli appassionati di cifre e statistiche, il nome di Bryan Adams significa oltre 100 milioni di dischi in trentacinque anni di rock. I biglietti per questo tour di sei concerti, organizzato da D’Alessandro e Galli, sono in prevendita dalle 11 di questa mattina sul circuito TicketOne ( www.ticketone.it e sul sito www.dales sandroegalli.com ).

QUANTI SUCCESSI. Cinquantasette primavere ottimamente portate, segno che la musica e il palco fanno bene alla salute. Adams porterà in Italia le canzoni dell’ultimo album “Get up”, uscito a fine 2015. E allora via con i successi più recenti, a cominciare da “You belong to me”. Per la gioia dei ragazzi cresciuti tra gli anni Ottanta e Novanta, non potranno mancare canzoni indimenticabili come la dolcissima ballata “Please forgive me” o la spagnoleggiante “Have you ever really love a woman?”. Per scatenarsi, invece, ecco “It’s my life” o “Summer of 69”, con l’inconfondibile riff di chitarra, senza dimenticare canzoni come “Heaven” o “Run to you”. Quella di Torino sarà la terza data del tour italiano di Bryan Adams.

IL TOUR ITALIANO. Prima di approdare nella struttura del quartiere Santa Rita, l’affascinante cantautore nordamericano sarà a Padova e Milano. Subito dopo la data torinese, Adams, toccherà le città di Roma e Rimini, per sei date che si preannunciano memorabili. Il mini tour tricolore di Bryan si concluderà il 16 novembre in quel di Bolzano. Inutile dire che questo appuntamento si preannuncia tra i più attesi dell’intera stagione. Il pop rock dell’autore di lp fortunati come “Reckless”, mancava dall’Italia da ormai quattro anni. Intanto, come è inevitabile, in rete e sui social network si è già scatenata un’euforia che sta contagiando non solo l’Italia. Messaggi e commenti su questa nuova data, sono arrivati persino dai fan russi. Un’attesa davvero spasmodica che, su Facebook, aveva portato persino a creare una pagina intitolata “Riportiamo Bryan Adams in Italia”. Quasi un movimento di opinione che ha centrato in pieno l’obiettivo. Termometro per questa febbre dilagante sono i “mi piace”, che continuano ad arrivare copiosi sulla pagina creata dai fan italiani e che, a poche ore dall’annuncio, sono quasi cinquecento. Lo stesso rocker nato in Ontario e attualmente impegnato in Asia, sembra davvero non stare più nella pelle. Non resta che aspettare. Quattro anni. Un’attesa lunga un’eternità, destinata finalmente a finire il 12 novembre.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo