raffaello
Tempo Libero
MUSEI REALI

Dopo Leonardo tocca a Raffaello. Il Rinascimento colora la Sabauda

Dal 30 ottobre al 14 marzo la mostra dedicata alle celebrazioni per la morte del Sanzio

Dopo Leonardo Da Vinci è la volta di Raffaello Sanzio. A lui e ai 500 anni dalla sua morte (si spense il 6 aprile del 1520) è dedicata, infatti, la mostra che si aprirà al pubblico il 30 ottobre, fino al 14 marzo, presso la Galleria Sabauda intitolata “Sulle tracce di Raffaello nelle collezioni sabaude”. E lo spunto ai Musei Reali non manca, dato che a fare la star dell’esposizione sarà il suo pezzo più forte, ossia, la “Madonna della tenda”, in cui la critica più recente ha riconosciuto l’intervento diretto di Raffaello. Sono tante le riflessioni cui darà luogo la mostra dedicata alla prestigiosa attribuzione. Con i suoi colori, la sua perfezione, gli studi portati all’estremo Raffaello, non a caso padre del Manierismo, è stato uno dei più grandi maestri del Cinquecento ed ebbe una forte eco anche nella pittura piemontese. La mostra, infatti, vuole illustrare la diffusione dei modelli iconografici tratti dalle sue opere tra la prima metà del Cinquecento e la fine dell’Ottocento e non solo nella nostra regione.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo