CELEBRAZIONI

Leonardo al Louvre senza Autoritratto

In partenza da Torino per la mostra del 24 ottobre altri disegni dei Musei Reali

Fonte: Depositphotos

Grazie alla cultura, siamo riusciti ad avvicinare Francia e Italia. Per la bella mostra che sarà organizzata presso il museo del Louvre in occasione del 500° anniversario della morte di Leonardo da Vinci, l’Italia presterà alla Francia “L’uomo di Vitruvio” e l’“Autoritratto”. Lo scriveva il 3 maggio scorso su Twitter il ministro della Cultura francese, Franck Riester. Invece no, il disegno a sanguigna su carta con il ritratto autografo del genio di Vinci, databile al 1515 circa e conservato nella Biblioteca Reale di Torino, all’interno dei Musei Reali, non andrà ad impreziosire la grande mostra che si aprirà al Louvre il 24 ottobre prossimo (rimarrà allestita fino al 24 febbraio 2020) dedicata al maestro del Rinascimento. «Abbiamo richiesto il parere dell’Istituto centrale per il restauro e la conservazione del patrimonio archivistico e librario di Roma e dell’Opificio delle pietre dure di Firenze – fanno sapere dai Musei Reali – , ed entrambi, proprio per la fragilità dell’Autoritratto, hanno sconsigliato lo spostamento dello stesso».

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single