pizzaiolo vs ubriaco gn
Cronaca
IL FATTO

L’ennesima notte di follia ad Aurora: pizzaiolo “arresta” l’ubriaco molesto [IL VIDEO]

Lanciate bottiglie contro auto e negozi. Danni a parabrezza, carrozzerie e vetrine. L’intervento dei carabinieri

Ancora una notte di follia ad Aurora, a solo qualche isolato di distanza dal luogo dove, un mese fa, un uomo armato di machete aveva seminato il panico tra i passanti. Questa volta la baruffa è avvenuta in corso Giulio Cesare, di fronte al civico 57. Uno straniero, risultato poi ubriaco, ha cominciato ad inveire e a lanciare bottiglie di vetro vuote contro le auto parcheggiate e le vetrine dei negozi chiusi. Ha rovesciato un cassonetto dei rifiuti e ha gettato l’immondizia in strada. Poi si è tolto la camicia inzuppata di birra, deciso a proseguire nei suoi atti vandalici. E’ stato a quel punto che un uomo, di nazionalità turca, titolare di una pizzeria kebab sul lato opposto della strada e proprietario di una delle auto che l’ubriaco di nazionalità marocchina, stava danneggiando, è sceso in strada. Il pizzaiolo ha affrontato l’ubriaco violento. Ne è nata una colluttazione al termine della quale, il marocchino è stato immobilizzato, steso sull’asfalto. Nel frattempo alcuni residenti avevano chiamato il 112 e sul posto, sono giunte alcune “gazzelle” dei carabinieri. Il militari hanno preso in consegna il nord africano che ormai era stato “arrestato” dal pizzaiolo turco e lo hanno condotto presso gli uffici dell’Arma in via Valfré. Ci sono volute un paio d’ore perché il fermato smaltisse la sbornia e ritrovasse un minimo di lucidità. L’uomo, regolare in Italia, è poi stato denunciato e rilasciato alle prime luci dell’alba di ieri. Intanto, in corso Giulio Cesare si contano i danni: tre auto con parabrezza rotti e carrozzerie rigate, due vetrine di negozi scheggiati e il manto stradale quasi completamente ricoperto da cocci di vetro. «Quell’uomo – hanno riferito i testimoni – aveva a disposizione numerose bottiglie che aveva raccattato da qualche parte e ha cominciato a gettarle all’impazzata». Insomma, dopo l’ennesimo episodio di violenza, al quale se ne aggiunge un altro accaduto sabato in pieno giorno in corso Palermo, dove uno straniero è stato ferito dal rivale ed è finito in ospedale, l’intera zona compresa tra Aurora e Barriera di Milano, si conferma ad alto rischio. «In verità – spiegano le forze dell’ordine – di episodi come quello accaduto la scorsa notte in corso Giulio Cesare, se ne contano a decine ogni giorno. Solo in quella zona riceviamo in media (tra carabinieri e polizia) una ventina di chiamate nelle 24 ore per risse, aggressioni, scippi, piccoli furti. Richieste di intervento che crescono a volte anche del doppio nei mesi più caldi dell’anno. Ultimamente la violenza è esplosa anche in altre due aree della città: Lucento e Vallette».

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo