Filoderba
News
RIVALTA

L’Eni chiude il gas alla Comunità: bimbi e neonati al freddo per ore

Dopo una lunga diatriba a causa di errori dell’ente e bollette non saldate
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Senza gas dal 17 ottobre, con il freddo che incalza e le temperature in calo. A denunciare la situazione è “Il Filo d’Erba”, comunità di accoglienza gratuita per famiglie in difficoltà che giovedì in una delle sue case ha visto sospendere la fornitura di gas da parte di Eni. «Una situazione incomprensibile», spiegano, che ha lasciato al freddo quindici persone, tra cui diversi minorenni e due neonati. Tutto risale a cinque anni fa, quando la comunità ha chiesto all’Eni la riduzione delle accise a cui ha diritto e che l’ente ha accettato. Da allora però, a carico del “Filo d’Erba” non sono più state emesse fatture.

Un errore più volte segnalato. Nel frattempo la comunità ha continuato a comunicare le letture dei contatori finché lo scorso marzo si è vista addebitare una bolletta di più di 20mila euro che non coincideva con le letture prese. Disguido subito segnalato, ed Eni ha ricalcolato il dovuto per una cifra di oltre 26mila euro da saldare in quattro rate.

Impresa quasi impossibile per una piccola comunità. Così il Filo si è rivolta a un’associazione di consumatori e, in base a quanto previsto dalla Legge e delle delibere dell’Arera, ha proposto un saldo in 20 rate che ha cominciato a pagare. Ciononostante giovedì mattina, è arrivato il distacco dell’utenza e ieri, dopo una serie di comunicazioni con gli uffici, Eni ha chiesto il pagamento di buona parte della fattura a cui la comunità, con fatica, ha provveduto. A mezzogiorno, però, il gas era ancora staccato.

Dal canto suo, Eni replica: «Il cliente aveva un debito già da dicembre 2018, cresciuto significativamente nel corso del 2019. Più volte si è tentato di concordare una possibile rateizzazione del pagamento, senza raggiungere mai un accordo. Lo scorso 17 ottobre la società è stata costretta a sospendere la fornitura che poi è stata immediatamente ripristinata appena versato l’acconto. Siamo in contatto con il cliente per concordare un piano di rientro sull’importo residuo».

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo