anziani legati
News
IL CASO

«Legare gli anziani è un atto lesivo». E il giudice ordina al pm di indagare

La Procura aveva chiesto l’archiviazione per dieci indagati di una Rsa, ma il gip non è d’accordo

Le cinture o gli altri mezzi per legare a letti e sedie gli anziani sono «lesivi della libertà altrui» e nella Rsa di via Spalato sarebbe stati usati per anni, almeno dal 2017, fino ai giorni nostri. Lo scrive la giudice Silvia Salvadori, che con un’ordinanza ha rigettato la richiesta di archiviazione – presentata dal pm Vincenzo Pacileo – relativa a dieci sanitari indagati per sequestro di persona. La gip ordina quindi alla procura la prosecuzione delle indagini, invitandola a sentire come persone informate sui fatti anche i familiari degli anziani che venivano legati.

L’inchiesta era stata svolta dai Nas di Torino, che in varie occasioni avevano documentato come gli ospiti della Rsa fossero trattenuti ai letti o alle sedie «per troppe ore al giorno, anche di notte» e che la prassi sarebbe stata «quotidiana». I Nas sospettavano che il personale fosse scarso e che quindi gli anziani, anziché essere assistiti di persona, venissero legati ai letti.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo