movida gn baby gang
Cronaca
IL CASO

Le notti violente delle baby gang: caccia alle vittime nella movida

Raffica di rapine e aggressioni al Valentino e tra i locali di San Salvario

Il fenomeno delle baby gang resiste e in un certo senso imperversa. Non solo in Barriera di Milano o in Aurora, ma anche in centro, al Valentino, in zona San Salvario. Nel cuore della movida. Lo dimostrano gli ultimi arresti. I furti e le rapine di gruppo, che spesso avvengono in quattro, cinque o più persone contro una vittima giovane e indifesa, proseguono con ritmo incessante. Basta esaminare gli ultimi reati commessi, che sono quotidiani. Negli ultimi giorni sono state almeno quattro le aggressioni di gruppo, una dopo l’altra. Gli indagati sono nordafricani e hanno tra i 19 e i 22 anni, l’unico “anziano” ne ha 28. La rapina subita da un ragazzo, il 22 giugno scorso, rappresenta bene la modalità messa in atto dal branco. In quel caso, l’arrestato (difeso dall’avvocata Francesca D’urzo) è uno solo e ha 19 anni ma era insieme, secondo quanto trascritto nel verbale di polizia, ad almeno altri cinque amici, forse minorenni. In gruppo, approfittando della folla della movida nel quartiere San Salvario, nel cuore della notte hanno accerchiato un ragazzo, gli hanno chiesto una sigaretta e lo hanno minacciato. Poi, proprio come fanno i poliziotti, i bulli lo hanno “perquisito”, circondandolo e mettendogli le mani addosso per poi portargli via tutto: il cellulare, la collanina, un bracciale, un borsello, la carta di credito. Il gruppo è probabilmente già rodato: al 19enne viene contestato il ruolo di “palo” e di “capo”, perché avrebbe “impartito gli ordini” agli altri, rimanendo a distanza e controllando che nessuno, tra i passanti, disturbasse la rapina. Un caso analogo era andato di scena il giorno prima, stavolta con vittima una donna. Anche in questo caso sono stati identificati solo due aggressori mentre gli altri sono riusciti a fuggire a piedi e a non farsi riconoscere. Hanno accerchiato la vittima, una ragazza di 27 anni, che era con un amico al parco del Valentino e stava facendo una passeggiata serale, per strapparle la borsetta. Lui l’ha difesa e il branco, durante un inseguimento, gli ha lanciato una lattina contro, che lo ha colpito alla gamba. Nella borsetta della fanciulla c’era il cellulare. Poche ore prima, un altro furto con strappo era accaduto di nuovo a San Salvario, questa volta in largo Saluzzo. La vittima è un giovane italiano, aggredito mentre stava per comprare le sigarette al distributore automatico. Due individui lo hanno accerchiato: uno gli ha tastato le tasche mentre l’altro gli strappava di dosso la collanina.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo