lettera-babbo-natale
News
L’INIZIATIVA

Le letterine dei bambini spedite a Babbo Natale. «Il Covid non ti ferma»

Poste Italiane raccoglie le speranze dei piccini

A Torino è diventato davvero complicato trovare una casetta dove imbucare una letterina per Babbo Natale. E così in questo 2020 tragicamente segnato dalla pandemia globale ci è voluto tutto l’impegno di Poste Italiane per rinnovare l’appuntamento con la tradizione e raccogliere le speranze e i desideri dei bambini che – si sa – non hanno peli sulla lingua. “La Posta di Babbo Natale”, consueto appuntamento natalizio, prevede da parte di Poste Italiane l’invio di una risposta a tutti coloro, piccoli e grandi, che hanno inviato un messaggio natalizio a Babbo Natale. Non pochi a giudicare dai numeri: fino ad oggi sono arrivate, in tutta Italia, 180mila letterine. Le letterine imbucate nelle cassette d’impostazione lungo le strade di Torino o inviate tramite i 420 uffici della provincia sono arrivate presso il centro di smistamento di via Reiss Romoli per essere lavorate. Nel centro un team speciale di segretarie di Babbo Natale ha raccolto le migliaia di letterine spedite all’irriducibile Santa Claus, dirette al Polo Nord, al Circolo polare Artico, in Lapponia, alla casa degli Elfi, o in Corso della Via Lattea. E come era facile immaginare si tratta di messaggi carichi di speranze, con la maggior parte dei pensieri dedicati all’emergenza sanitaria che affligge anche i più piccoli e non solo i grandi.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo