biblioteca
News
IL REPORTAGE

Le biblioteche sono un cantiere: guai per Cognasso e Carluccio

Dal 7 gennaio chiude anche la Geisser per lavori di ristrutturazione

Chiusure forzate e ritardi nei lavori. Il “periodo no” delle biblioteche civiche torinesi non si ferma e i più danneggiati sono, com’è ovvio, i tanti utenti che vorrebbero usufruire dei loro amati punti lettura, veri presidi culturali in quartieri dove magari i servizi scarseggiano. Le ultime novità arrivano da tre edifici di periferia, nello specifico le biblioteche Carluccio, Cognasso e Geisser. E purtroppo non si tratta di notizie positive.

LA CARLUCCIO

Quella della Carluccio, a Pozzo Strada, è una telenovela. Chiusa dal gennaio 2015 causa amianto, in questi anni la sua riapertura era stata annunciata in diverse occasioni. Tutte disattese. E con ogni probabilità si dovrà aspettare ancora, perché le piogge cadute in città nelle ultime settimane hanno causato infiltrazioni d’acqua all’interno dell’edificio di via Ortigara. I tecnici sono dovuti intervenire per individuare i punti da cui l’acqua proveniva, e sanare così la situazione. Ma per ragioni di sicurezza del personale, il Comune si vede costretto ad eseguire ulteriori controlli nell’edificio. «Pozzo Strada è senza anagrafe da un anno, abbiamo una elementare chiusa dal 2014 e una biblioteca che aspetta la riapertura dal 2015. I residenti di questo quartiere – afferma Francesca Troise, presidente della Tre – non sono cittadini di serie B, ma a quanto pare le periferie non interessano a nessuno. Siamo stanchi di messaggi-spot».

LA COGNASSO

Non se la passano bene nemmeno a Lucento, in apprensione per il destino della Cognasso di corso Cincinnato 115. Sì perché l’edificio, chiuso dal 9 ottobre causa lavori, avrebbe dovuto riaprire il 7 gennaio, il giorno dopo l’Epifania. E invece, da Palazzo Civico fanno sapere che la riapertura è stata posticipata al 25 febbraio, un mese e mezzo dopo. «Nella sede sono stati completati tinteggiatura e interventi manutentivi sulla controsoffittatura – affermano dal Comune – e stanno partendo i lavori impiantistici che erano in programma. Ma per consentire il loro completamento, la riapertura è posticipata». Come magra consolazione, dal 7 gennaio, il martedì e il giovedì con orario 10- 16 e il venerdì con orario 10-14, proseguirà il servizio di prenotazione, prestito e restituzione dei libri nel laboratorio di lettura Pinocchio adiacente alla biblioteca, con ingresso da via Parenzo 42.

.

LA GEISSER

Servirà invece molto più tempo prima di poter entrare alla Geisser di corso Casale. Infatti, a partire dal 7 gennaio la struttura sarà chiusa al pubblico per permettere l’esecuzione dei lavori di ristrutturazione ed efficientamento energetico, nell’ambito del progetto Pon-Metro. Al momento, dal Comune parlano di riapertura per febbraio 2022. Chi ha libri presi in prestito può andare a restituirli fino al 29 febbraio prossimo, data di conclusione delle operazioni di disallestimento per consentire l’avvio del cantiere. Questi gli orari: martedì 17-19 e giovedì 10,30-13,30. Fino al momento della riapertura definitiva, gli utenti verranno affiancati nella scelta di una biblioteca alternativa che potrà fornire loro gli stessi servizi della Geisser. Grazie alla collaborazione con la Fondazione Paidea, le attività del progetto “libri per tutti”proseguiranno in via Moncalvo 1.

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo