notte
Cronaca
Per i vincitori del progetto Tonite

Le aree attigue alla Dora si colorano con “La notte che verrà” [FOTO]

Accesa l’emozionante installazione itinerante ideata da Michela Locati e curata da Stefano Pesca

Un eccezionale spettacolo di luci e di suoni ha colorato e arricchito la notte torinese. Ieri sera, poco dopo le 22, all’Esedra Borgo Rossini si è accesa l’installazione luminosa e sonora “La notte che verrà”, ideata da Michela Locati e curata da Stefano Pesca. 

Un vero e proprio monumento itinerante, che ha illuminato la partenza dei diciannove progetti vincitori di Tonite, progetto europeo di inclusione urbana finalizzato a migliorare la percezione di sicurezza in ore serali nelle aree attigue al fiume Dora.

Fotogallery a cura di Tonino Di Marco

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo