Cronaca
Controlli della Guardia di finanza

Lavoro nero nell’azienda tessile, beccati dieci “irregolari”

Nel corso dell’operazione, i “baschi verdi” hanno scoperto che anche lo staff di un autolavaggio torinese era sprovvisto di qualsiasi contratto di assunzione

Era sprovvisto di qualsiasi contratto di assunzione l’intero staff di un autolavaggio torinese. Lo ha scoperto la Guardia di finanza, che nell’ambito delle attività per il contrasto al lavoro sommerso ha anche sanzionato una azienda tessile di Ivrea che impiegava ben 10 lavoratori totalmente “in nero”. Dall’inizio dell’anno sono stati circa cento gli interventi eseguiti dai finanzieri del Comando provinciale di Torino per il contrasto del lavoro sommerso. Quasi 250 i lavoratori scoperti a prestare lavoro in nero, o comunque non regolarmente assunti, sprovvisti di qualsivoglia copertura previdenziale, assicurativa e sanitaria. Ben 70 i datori di lavoro verbalizzati per l’impiego di lavoratori in nero.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo