GiardinoPiazzaGalimberti
News
IL CASO Oggi il sopralluogo della Circoscrizione 8 nei giardini di piazza Galimberti

Lavori lumaca e allarme degrado: «I bambini giocano nel cantiere»

Di notte l’area diventa meta di tossici e ubriachi: per terra bottiglie, cocci e porcherie

Cantieri fermi, ubriachi che fanno bisboccia tra le panchine e ragazzi che giocano tra i mezzi degli operai rischiando di farsi male. E’ la situazione, poco chiara, di piazza Galimberti, area su cui è in corso un intervento di riqualificazione. All’angolo con via Taggia sono cominciati da mesi i lavori di ristrutturazione del giardino ma facendo un giro tra la zona delle arcate del Moi i disagi sembrano notevoli. Come segnalano i residenti del quartiere che hanno creato una nuova pagina su Facebook per salvare la Otto dal degrado. «Gli addetti lavorano solo uno-due giorni alla settimana – racconta Matteo Rossino, tra gli autori della segnalazione – mentre nel resto del tempo l’attrezzatura e i lavori stessi vengono abbandonati all’incuria e alla mancata sicurezza».

Bambini e ragazzi giocano a pallone nella zona che dovrebbe essere interdetta, avendo libero accesso sia alla piazza che ai macchinari che spesso usano come fossero giocattoli. Accendendo le luci e salendoci sopra. Di notte, invece, la piazza diventa meta dei tossici e degli ubriachi. Con bottiglie, cocci e altre porcherie abbandonate in mezzo alle aiuole o vicino alle panchine. Un problema su cui si sta interessando anche la circoscrizione Otto che oggi effettuerà un sopralluogo. Alla presenza dei tecnici del Verde centrale e dell’impresa appaltatrice, per fare il punto sulla prosecuzione dei lavori di manutenzione straordinaria del giardino di piazza Galimberti.

«Si deciderà come intervenire sull’area ex bocciofila, in disuso da anni è divenuta ricettacolo di rifiuti – racconta Miano – venendo incontro alle esigenze avanzate dalla circoscrizione Otto. I lavori svolti fino a oggi hanno riguardato la messa in sicurezza delle pavimentazioni ammalorate dei vialetti all’interno della piazza». Dove possibile si è proceduto con la demolizione della pavimentazione in terra stabilizzata a cemento e il rifacimento dei sedimi con pavimentazione in graniglia calcarea. Oltre che con la tinteggiatura delle panchine e l’installazione dell’arredo urbano. «A sopralluogo avvenuto – conclude Miano – avremo tempi certi di chiusura per gli interventi calendarizzati e già realizzati nella misura dell’80%».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
RUBRICA
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo