Violenza
Cronaca
Regalato il mese prima

Lasciato dalla compagna, rivuole indietro il cane e la minaccia: arrestato per tentata estorsione

Quarantenne in manette a Santa Rita: si era presentato dalla donna con un coltello di venti centimetri

Sabato mattina una cittadina ha chiamato il 112 NUE, segnalando la presenza di un soggetto molesto che pretendeva da lei la restituzione di un cucciolo di cane. Giunti sul posto, gli agenti della Squadra Volanti hanno rintracciato l’uomo, cittadino italiano di 40 anni, davanti all’abitazione della donna.

Questi ha riferito di voler indietro il cucciolo, regalato alla proprietaria un mese prima, asserendo che questa non fosse in grado di mantenerlo in quanto, a suo dire, denutrito e mal tenuto. Le condizioni del cane apparivano però ottimali agli occhi degli agenti. Ribadita l’intenzione di non voler assecondare la volontà dell’uomo, quest’ultimo ha deciso di allontanarsi.

Dopo un’ora la donna ha allertato nuovamente il 112 NUE, riferendo che il 40enne si era nuovamente palesato sotto la sua abitazione. Alla vista della Volante, l’uomo ha tentato di allontanarsi senza successo. I poliziotti hanno ascoltato nuovamente la vittima che questa volta ha deciso di aprirsi, rivelando il trascorso avuto con l’uomo. La fine della loro relazione lo aveva portato a rivalersi sul cucciolo, con parole e gesti che avevano scatenato nella donna un forte timore.

Durante la perquisizione, infatti, il 40enne è stato trovato in possesso di un coltello da cucina di oltre venti centrimetri, occultato nei pantaloni. Con numerosi precedenti di polizia a carico, per l’uomo sono scattate le manette per tentata estorsione e una denuncia per porto di oggetti atti a offendere.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo