larvae
Spettacolo
Con Roberto Accornero, Stewart Arnold, Niccolò Fontana e Fabio Renis

“Larvae”: lunedì al Massimo il corto su Lombroso “spiritista”

Appuntamento alle 21 per la proiezione del lavoro del giovane regista torinese Alessandro Rota

Sarà il direttore del Torino Film Festival Steve Della Casa a introdurre lunedì sera alle 21 al Cinema Massimo la proiezione di “Larvae” del giovane regista torinese Alessandro Rota, alla presenza del regista e del cast (ingresso libero fino a esaurimento posti).

Un lavoro importante, girato con professionalità e grande visione, che si muove tra scienza, verità nascoste e forze ignote e racconta del lato oscuro, dell’inesplicabile, delle conseguenze dei sentimenti umani: al centro della storia il personaggio di Cesare Lombroso, il grande medico e criminologo piemontese, e il suo approccio allo Spiritismo, che lo appassionò in particolare negli ultimi anni di vita.

«Quella di Lombroso è una figura che mi ha sempre affascinato, fin da bambino», ha spiegato Rota presentando il progetto, nato nel 2014 anche sotto forma di sceneggiatura per un lungometraggio. «Il suo approccio allo spiritismo da molti colleghi era visto come la debolezza di un vecchio ma invece lui l’affrontò sempre con il suo approccio positivista».

A interpretare Cesare Lombroso è Roberto Accornero, volto noto al grande pubblico per “Il maresciallo Rocca” e “Camera Café”, mentre nel cast sono anche Stewart Arnold, Niccolò Fontana e Fabio Renis. «Il corto – ambientato a Torino nel 1909 – si basa su un’ispirazione storica reale in cui la scienza affronta il sovrannaturale, e racconta del lato oscuro, dell’inesplicabile, delle conseguenze dei sentimenti umani, e quindi anche di amore».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo