L'arcivescovo di Torino Cesare Nosiglia
Cronaca
Il discorso nel corso del “Te Deum” alla Consolata

L’arcivescovo di Torino Nosiglia: “L’immigrazione è un tema difficile, ma va gestito”

Il monsignore: “Contento che Comune e Prefettura, Diocesi e Regione, Compagnia di San Paolo abbiano promosso un tavolo di impegno comune per affrontare il problema del Moi”

Nel corso del “Te Deum” che ha tenuto alla Consolata, l’arcivescovo di Torino Cesare Nosiglia si è soffermato su uno dei temi più attuali dell’ultimo anno, e cioè quello legato all’immigrazione: “La nostra Chiesa eccelle per la generosità dimostrata. Il problema è obiettivamente difficile da affrontare e da risolvere, ma non possiamo rinunciare a tentare comunque vie adeguate per gestirlo insieme anche con gli stessi fratelli e sorelle immigrati e rifugiati”. “Sono lieto che Comune e Prefettura, Diocesi e Regione, Compagnia di San Paolo abbiano promosso un tavolo di impegno comune per affrontare il problema del Moi – ha poi proseguito il monsignore – e avviare una graduale uscita dalle palazzine occupate e accogliere il percorso che si è stabilito d’intesa anche con loro per una formazione e l’avvio al mondo del lavoro insieme all’accoglienza in strutture adeguate per piccole unità di alloggio”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo