lupi
News
VILLAR PELLICE

L‘appello dei sindaci delle valli. «Consentire la caccia ai lupi»

«Abbattimenti selettivi nelle zone più colpite»

La richiesta è chiara: una gestione del lupo che ne consenta gli abbattimenti selettivi nelle zone dove sono più intense le predazioni. Questo è quanto emerso dall’incontro che si è tenuto venerdì sera a Villar Pellice, tra amministratori comunali della Val Pellice, della Val Maira e delle Valli di Lanzo, i sindacati agricoli e l’euro – parlamentare Pietro Fiocchi (Fratelli d’Italia). Proprio a Fiocchi è stato chiesto di adoperarsi in Europa per cambiare lo status giuridico dell’animale: «Non può più essere una specie iperprotetta, perché la sua presenza è superiore ai dati che vengono diffusi – contesta Lilia Garnier, sindaco di Villar Pellice -. In Val Pellice, nel 2019, ci sono state 30 predazioni di ovicaprini, quest’anno siamo già a 60 ed è solo inizio ottobre. E non tutti denunciano, perché sono sfiduciati dal fatto che non ottengono rimborsi per i capi predati».

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo