lapo
Sport
JUVE, TWEET AL VELENO

Lapo Elkann all’attacco. Nel mirino il tecnico? «Stiamo poco allegri!»

La provocazione lanciata sabato scorso dal rampollo di casa Agnelli

“Stiamo poco allegri!!! Allegri…”. Un Tweet, lanciato sabato scorso dal rampollo di casa Agnelli Lapo Elkann al termine della partita contro il Bologna – finita 1-1 per il rotto della cuffia, in undici uomini contro nove -, che ha mandato in agitazione l’ambiente bianconero. Un attacco diretto, neanche troppo velato al tecnico livornese e alla sua Juventus che rischia gli zero titoli stagionali? Qualcuno, intanto, da qualche tempo a questa parte, sussurra che il fratello di John Elkann – che ha ribadito però di recente la fiducia all’attuale dirigenza nella lettera inviata agli azionisti Exor – ambisca a diventare il numero uno bianconero al posto del cugino Andrea Agnelli, prima o poi.

Tandem
E dopo l’ovazione ricevuta sabato pomeriggio allo stadio – a dieci anni dalla sua ultima apparizione nella casa bianconera -, c’è chi lo vedrebbe bene assieme ad Alessandro Del Piero, magari quest’ultimo nelle vesti di vice-presidente. «Gli uomini passano, la Juve resta» il secondo Tweet lanciato da Lapo Elkann nelle ultime ore dopo aver scatenato il dibattito tra i tifosi bianconeri sul Web. Ancora un chiaro riferimento all’allenatore? Quello che è certo è che l’Allegri bis non sta convincendo i tifosi della Juventus e neppure Lapo Elkann, versione tifoso, visto che il tecnico livornese sta facendo anche peggio del suo predecessore Andrea Pirlo. La strada per il quarto posto può essere fortemente minacciata da qui al termine della stagione. «Mancano ancora dieci punti per averne la matematica certezza»,
diceva Allegri venerdì scorso prima della sfida contro il Bologna. Ebbene, da sabato sera ne mancano “solo” più nove. Se Allegri e la sua Juventus non dovessero raggiungere il quarto posto, allora sì che la rinascita bianconera affidata al tecnico toscano potrebbe risultare ancor più un fallimento rispetto a
quanto visto quest’anno. Intanto in casa Juve, però, fanno gli scongiuri. Il progetto
Allegri va avanti: anche per questo è stato preso – in anticipo – Vlahovic e accantonato Dybala.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo