Anagrafe
News
Salta il tavolo delle trattative con il Comune

L’anagrafe in sciopero: stop agli straordinari per le carte d’identità

I sindacati chiedevano 12 appuntamenti al giorno. L’assessore: «Sarebbe un disservizio per i cittadini»

È ufficiale: i dipendenti dell’anagrafe centrale di Torino entrano in sciopero. A nulla è servita la mediazione da parte della Prefettura che ha incontrato, ieri mattina, i rappresentanti sindacali Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl e l’assessore all’Innovazione, Paola Pisano.

Il tentativo di conciliazione infatti si è concluso con un nulla di fatto e, tra non più di 10 giorni, partirà lo sciopero degli straordinari, della durata di 30 giorni. Sul tavolo della discussione, ancora una volta, la carta d’identità elettronica e l’accordo sottoscritto con i sindacati lo scorso 19 ottobre. Il faccia a faccia tra le parti, durato più di tre ore, si è rivelato, come in passato, infruttuoso e le posizioni sono rimaste cristallizzate.

Il nodo cruciale riguarda il numero di appuntamenti giornalieri per eseguire la pratica della carta d’identità elettronica. Secondo il patto dello scorso ottobre, infatti, le prenotazioni al giorno, per operatore, sarebbero dovute essere 12 mentre oggi sono 14.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo