polizia arresto in movimento
News
Si tratta di due giovani di 23 e 19 anni

Ladre di vestiti beccate alle casse con quattro borse piene di abiti rubati

Prima colpiscono all’Ovviesse di via Roma, poi al Subdued di via Dei Mille. “Notate” da un’impiegata vengono affidate alla polizia

Ladre di vestiti nel mirino della polizia. E’ successo a Torino dove una coppia di ragazze originaria del Perù è stata arrestata con l’accusa di tentato furto aggravato in concorso. Le due, una 23enne ed una 19enne, sono entrate al Subdued di via Dei Mille con due borse a testa, di cui una già piena di merce. Una volta nel negozio, credendo di passare inosservate, le ragazze hanno più volte chiesto informazioni sui prezzi degli abiti al personale in cassa per poi entrare nei camerini e riempire le borse.

CERCANO DI ASPORTARE LE PLACCHE ANTITACCHEGGIO
Le giovanissime hanno tentato di asportare diversi capi di vestiario, danneggiando ed asportando le placche antitaccheggio con l’ausilio di una calamita. Con le sacche piene fino all’orlo, le due peruviane pensavano di riuscire ad oltrepassare le barriere antitaccheggio senza che nessuno le fermasse. Invece, un’impiegata che aveva notato tutta la scena, le ha fermate ed ha subito contattato il 112. Gli agenti della Volante, constatata la situazione, le hanno arrestate praticamente con le mani nel sacco.

NELLE BORSE NUMEROSI CAPI RUBATI 
All’interno di una sacca, le forze dell’ordine hanno rinvenuto merce per circa 90 euro, precedentemente asportata all’Ovviesse di via Roma. In un’altra borsa, abbandonata all’interno del camerino, c’erano invece capi di vestiario per un valore di circa 100 euro, mentre, nelle altre due borse sono stati rinvenuti 4 pantaloncini, 3 pantaloni, 12 magliette, 2 vestiti per un valore complessivo di circa 670 euro.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo