pusher giornale ok
News
Più di cento le resistenze in soli due mesi

La violenza nelle strade: «Ogni 48 ore un agente aggredito dai pusher»

I sindacati denunciano da tempo la mancanza di tutela: «Basta contare feriti, si adottino taser e spray urticante»

Lungo le strade della città, ogni due giorni un poliziotto viene ferito in servizio, quasi sempre quando insegue, blocca o arresta uno spacciatore. Le aggressioni, invece, le resistenze da parte dei pusher o di malviventi comuni, sono molte di più, specie nell’ultimo periodo. Tra dicembre, gennaio e i primi giorni del mese in corso, se ne sono contate più di cento.

Dati che emergono con crudezza dai mattinali che la questura dirama ogni giorno, specchio delle attività di polizia a difesa dei cittadini. Una contabilità che fa da contro altare al numero record di arresti, più di 150 al mese come media, anche e specie, in questo periodo di lockdown. «Con il coprifuoco, con meno persone nelle strade – spiegano in questura – il controllo e l’individuazione dei malviventi, in particolar modo in ambito di spaccio di sostanze stupefacenti, apparentemente è meno complesso, ma presenta comunque dei rischi».

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo