Schermata 2017-07-27 alle 07.57.55
News
BARRIERA

La vendetta degli spacciatori. Auto dei residenti devastate

Vetri e lunotti sfondati dopo la pubblicazione di alcune foto scattate dai cittadini

Il lunotto posteriore di una Fiat Panda azzurra in frantumi su via Montanaro angolo via Scarlatti. Proprio a due passi dalla zona che di sera diventa punto di ritrovo di tossici e di pusher, da queste parti padroni delle strade. La guerra a distanza tra residenti e spacciatori, in quel di Barriera, non sembra proprio voler conoscere soste. «In due giorni hanno spaccato i vetri di sei-sette auto» protesta un cittadino mostrandoci i frutti del raid. «Secondo noi non è un caso – continua -. Guarda caso è successo dopo che sono state pubblicate quelle foto che li ritraevano ai bordi del marciapiede». La dimostrazione che da queste parti i conti continuano ad essere in sospeso. Appena due mesi fa era finito nel mirino dei criminali anche il presidente del comitato “Noi di Barriera”, Alberto Barona. L’uomo, da alcuni anni in lotta contro lo spaccio e il degrado nel quartiere, si era ritrovato i vetri dell’auto rotti e la macchina messa a soqquadro.

La stessa situazione, come in un deja vu, si era ripetuta mesi fa. Al termine dell’ennesima manifestazione, organizzata dal quartiere con i giovani del comitato “San Salvario Bramante”, ignoti si erano divertiti a distruggere i lunotti di due auto in sosta. Ma il triangolo Palermo- Montanaro-Scarlatti non è l’unico sotto i riflettori. Anche i giardini della mutua continuano a togliere il sonno a chi ha la sfortuna di vivere sotto il punto verde. Negli anni oggetto di risse, schiamazzi e anche di qualche video che mostrava i blitz anti spaccio della polizia.

L’abuso di alcol ha portato più volte i giovani africani a vandalizzare le macchine. Con i proprietari, al mattino seguente, a fare i conti con vetri a terra e gli immancabili danni economici. «Ma se questi signori pensano di spaventarci hanno proprio capito male» rincarano i responsabili del comitato di zona.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

News
Vinci TorinoCronaca 2023
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo