Matteo ed Elisa (foto Facebook)
Il Borghese

La vendetta al volante

Elisa e Matteo sono stati investiti e sbalzati dalla motocicletta con cui stavano tornando a casa da una gita. Belli e giovani, con un sogno d’amore e di una vita insieme. Elisa è morta sul colpo, Matteo è in coma all’ospedale per i traumi riportati. Travolti e massacrati per aver protestato per una precedenza non rispettata da un furgone guidato da un cinquantenne che aveva alzato il gomito.

Una sberla allo specchietto retrovisore del Ford Transit e via, con un’accelerata. Poteva finire lì. E invece è l’inizio di un folle inseguimento sulla statale della Val di Susa, la moto davanti, il Ford dietro che si avvicinava sempre più, un sorpasso azzardato dopo l’altro. E infine l’epilogo, con il muso del veicolo che centra la moto e la schiaccia contro il guardrail. Mai successa, a memoria di cronista, una tragedia del genere. Due vittime e l’uomo del furgone arrestato per omicidio stradale. Proprio come può accadere a chiunque di noi per un incidente grave, magari persino fortuito. Mi chiedo se questa folle voglia di vendetta, aggravata dall’alcol, possa trovare spazio in questa norma del codice. O se invece il furgone lanciato sui due ragazzi non possa essere assimilato ad un’arma. E di conseguenza la responsabilità di chi lo conduceva non sfoci in qualcosa di ben più grave: come l’omicidio volontario.

Una testimone parla di una frenata, magari tardiva, un altro sostiene addirittura che l’autista abbia manovrato come se mirasse alla motocicletta. In mezzo, come si può comprendere, c’è una cruda verità. Ossia quei ragazzi innocenti sull’asfalto, pieni di sangue. Non ci può essere una via di mediazione nell’accertamento dei fatti. Un compito arduo per gli inquirenti, non solo perché Elisa e Matteo meritano giustizia. L’ira, la reazione spropositata forse anche a un insulto e l’abuso di alcol esulano da un comportamento semplicemente imprudente. E tristemente configurano la vendetta.

fossati@cronacaqui.it

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo