Fantozzi
Buonanotte

La vedova Pina

È morto Paolo Villaggio, ultimo personaggio riconducibile alla commedia dell’arte dopo Totò. Il suo primo libro su Fantozzi, che vendette oltre un milione di copie e fu tradotto in molte lingue (fra cui il russo, quando là c’era ancora l’Urss), mi fece scoppiare a ridere più volte durante la lettura, cosa rara per me. I film (ne fece una decina sul personaggio, spremendolo come un limone) mi piacquero meno, ma è normale coi remake.

Della sua splendida carriera leggerete tutto in questi giorni, casomai non vi bastasse Wikipedia. Ma a me piace sottolineare che iniziò goliardicamente: Villaggio, come Enzo Tortora, Fabrizio De André, Carmelo Bene e altri famosi artisti, fece parte della compagnia Teatrale Goliardica Mario Baistrocchi di Genova. Voglio ringraziarlo anche per una battuta che tutti ricordano: “Per me la corazzata Potëmkin è una cagata pazzesca”. È la versione moderna del famoso “il re è nudo”, ed è adorata dagli anticonformisti.

Purtroppo si confonde con certe affermazioni apparentemente coraggiose fatte dai complottisti, tipo “le scie chimiche dimostrano il complotto mondiale per manovrare il clima” oppure “il riscaldamento del pianeta è colpa dell’uomo”. Le due posizioni si somigliano, ma non coincidono. Fantozzi osa dire una cosa che tutti pensano, ma hanno paura di dire (come uno che oggi dicesse in Tv “gli zingari sono dei parassiti che vivono di furti ed elemosine”), mentre il complottista dice una cosa che nessuno pensa, perché si crede più furbo di tutti. Io condivido l’equazione Potëmkin=cagata, e ringrazio Fantozzi per l’eredità. Stii bene, ragioniere, lassù.

collino@cronacaqui.it

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Buonanotte
EDITORIALE DEL GIORNO
Buonanotte
banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo