boateng valentina nozze metaverso
Gossip
DOPPIA CERIMONIA

La “tripletta” di Kevin Boateng: nozze in Toscana con Valentina

La saggezza popolare dice che tre è certamente il numero perfetto e ci insegna che non c’è mai due senza tre. Kevin Prince Boateng però è tedesco e crede solo nella forza dell’amore. Intanto però la sua personalissima tripletta fuori dal campo è servita perché nel weekend ha coronato il suo nuovo sogno d’amore.

Il trequartista che in Italia ha indossato le maglie di Milan e Monza, oltre che di altre squadre in Bundesliga tanto che oggi è all’Hertha Berlino, ha sposato Valentina Fradegrada nell’affascinante scenario di Radicondoli, sulle colline senesi. Per lui è il terzo matrimonio, dopo quello con quello con Jennifer Michelle dal 2007 al 2011 (da questa unione è nato Jermaine-Prince) e Melissa Satta, con cui è stato dal 2016 al 2020 e che è mamma di suo figlio Maddox Prince.

Una cerimonia romantica cerimonia all’aperto, officiata da Enzo Miccio che per una volta (e in attesa di preparare le nozze tra Federica Pellegrini e Matteo Giunta) si è trasformato anche in ufficiale. E per la prima volta, le nozze sono andate anche nel metaverso. Biglietti venduti tutti e subito, il ricavato sarà devoluto in beneficenza come desideravano gli sposi.

A “Vanity Fair” solo poco tempo fa Kevin e Valentina avevano raccontato la forza del loro amore. «A novembre le avevo già chiesto di sposarmi la prima volta. In quell’occasione non avevo l’anello, non avevo niente. Solo il kebab che stavamo mangiando».

Poi è arrivata la seconda proposta, quella ufficiale. Ha contattato il proprietario di un albergo, suo amico, e hanno allestito la sala. «Non ho sospettato di nulla. La sera fatidica – ha spiegato lei – mi ha chiesto se avevo voglia di mettermi carina e uscire a cena. A un certo punto gli ho chiesto di annullare, perché non mi sentivo bene». Come è andata a finire, adesso lo sappiamo.

«Posso essere me stesso al 100 per cento. Con lei ho trovato ciò che ho cercato per anni: la pace. Stiamo in casa per giorni e stiamo bene», ha spiegato il campione. La terza volta sarà anche quella buona, questa volta ci credono tutti.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo