superga gn
Cultura
Viaggio al confine con Borgata Rosa

La tranvia per Superga e il parco del Meisino: le meraviglie di Sassi

L’ex galoppatoio militare riaperto in parte al pubblico e la famosa spiaggia frequentata in estate dai torinesi

Sul fondovalle delle vallate del Cartman e di Mongreno si trova la borgata di Sassi. Ai piedi della collina e a due passi da San Mauro. Tanti sono i punti di riferimento: dalla tranvia Sassi-Superga fino al parco del Meisino e al cimitero che porta il nome del quartiere. Mentre borgata Rosa è famosa per le case con i “tetti rosa”.

LA TRANVIA
La tranvia è stata inaugurata il 27 aprile 1884. Nel 1934 fu trasformata in una tranvia a dentiera, con trazione a rotaia centrale. Stesso identico percorso di un tempo, da piazza Gustavo Modena al piazzale di Superga; stessa pendenza “record” del 13,5%, con punte massime del 21%: un unicum in Italia ed in Europa, un piccolo prodigio della tecnica che permetteva agli ammirati turisti di godere di un meraviglioso panorama dalla sommità del colle. In questo modo, ancora oggi, i visitatori possono giungere a quel meraviglioso affaccio giustamente apprezzato da tutti i viaggiatori nel corso della storia.

IL CIMITERO E IL GALOPPATOIO
In strada Comunale del Cimitero di Sassi, si trova il vecchio camposanto del quartiere. Punto di riferimento, lungo viale Agudio, per la borgata. A due passi, oltre al campo sportivo chiuso, c’è anche l’ex galoppatoio militare del Meisino. I cantieri di riqualificazione riguardano la riqualificazione del primo lotto da 20mila metri quadri che è stato aperto al pubblico. Con il ripristino della viabilità interna, il raccordo con la ciclopista, l’eliminazione di strutture in legno pericolanti utilizzate per l’addestramento dei cavalli. Spazio anche per la riserva naturale del parco del Meisino che comprende anche l’Isolone di Bertolla: un’area naturale protetta. Fu istituita per tutelare le zone umide. La passerella ciclopedonale che scavalca il Rio di Costaparigi è stata dedicata nel 2008 ad Alex Langer, ecologista, pacifista ed esponente dei Verdi. All’interno del parco esiste anche una famosa spiaggia, frequentata nei periodi estivi dai torinesi che preferiscono restare in città piuttosto che andare al mare.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
RUBRICA
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo