green valdocco gn
Cronaca
IL PROGETTO

La svolta “green” di Valdocco con un milione e 300mila euro

In estate i cantieri per fare aree verdi, passaggi pedonali e scuole car-free

Un milione e 300mila euro per creare il borgo green. Partiranno a inizio estate i cantieri del progetto “Valdocco vivibile”, che il Comune realizzerà con i fondi europei Pon-Metro. L’intervento fa parte di “Quartieri resilienti” e riqualifica i quartieri aumentando spazi verdi, recuperando le acque piovane e favorendo pedoni e ciclisti. Beneficiari, a Valdocco, negozi, cinque scuole, il Cottolengo e il complesso culturale. Operazioni suddivise in tre lotti. «Il lotto Valdocco 1 partirà per primo, tra 4 o 5 mesi. L’impresa c’è già», spiega l’architetto Massa. Interessati, tra gli altri, gli incroci tra corso Ciriè e via Biella, via Pesaro e via Biella e via Biella e via Maria Ausiliatrice, dove sono previste piazzette con alberi, mentre al parcheggio di San Pietro in Vincoli ci saranno spazi verdi e percorsi pedonali. E poi percorsi ombreggiati verso l’area pedonale di Borgo Dora, mentre diventerà car-free la scuola Marc Chagall. Questi i confini dell’intervento: strada del Fortino a nord, corso Regina a sud, corso Principe a ovest e via Cirio a est. Previste le conclusioni del primo lotto per fine anno e del secondo per fine 2023.

Svolta green che coinvolgerà anche Basso San Donato. Qui la spesa – che comprende anche borgo San Secondo – è di tre milioni, sempre con i fondi Pon-Metro. Interventi su via Fagnano, via Ceva, via Capua e car-free la scuola Aporti Gastaldi. I presidenti delle Circoscrizioni Quattro e Sette, Alberto Re e Luca Deri, hanno espresso perplessità sul senso unico in Lungo Dora Napoli, dal ponte Carpanini a corso Principe: «Servono delle verifiche preliminari per evitare che il traffico vada in tilt».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
RUBRICA
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo