utet
Cronaca
CORSO RAFFAELLO

La storica palazzina della Utet si salva con alloggi e box auto

Superato l’impasse sono partiti i cantieri per recuperare l’edificio

I lavori da parte della proprietà Itaca Real Estate Srl, sono iniziati da pochi giorni nel quadrilatero di mattoni rossi, vetrate e maioliche a San Salvario. Al centro, un edificio costruito nel 1899 dove fino a una decina d’anni fa aveva sede la storica Unione Tipografico Editrice Torinese. Qui nasceranno 49 abitazioni: 9 monolocali, 26 bilocali, 9 trilocali, 2 quadrilocali e un penta-locale, non senza box e auto. Riprende, dunque, la commercializzazione dello storico palazzo di corso Raffaello 28, progettato dall’ingegnere Stefano Molli ed individuato come “edificio di rilevante interesse storico”. La struttura ospitava l’Utet, la più antica casa editrice italiana, nata nel 1791 a Torino dall’attività dei librai Fratelli Pomba e che purtroppo, nel novembre dello scorso anno, è stata dichiarata fallita dal Tribunale di Milano. A dire il vero, anche il palazzone storico di corso Raffaello 28 ne ha viste di tutti i colori. Nel 1943, una notte, era stato bombardato dagli aerei della Raf, che lo avevano distrutto parzialmente. I guai più grossi, però, erano arrivati quando lo stabile era finito nel 2011 all’interno della maxi truffa degli immobili, scoperta dalla Guardia di finanza. Il suo valore, così come quello di altre costruzioni di rilevante pregio, era stato gonfiato, il costruttore – più altre dieci persone – era finito in manette e l’inchiesta si era conclusa con condanne pesanti. Nel frattempo, però, molti clienti si erano già assicurati alcuni appartamenti e avevano già traslocato nella vecchia Utet. Trovandosi incredibilmente davanti il cantiere non finito. E il guaio è che un impresario disposto a comperare l’immobile e ad ultimare i lavori non si trovava. Adesso, finalmente, con la ripartenza dell’edilizia s’intravede una luce in fondo al tunnel per il grande edificio in stile neorinascimentale. La consegna dei nuovi alloggi è prevista per luglio 2022.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo