Schermata 2017-02-24 alle 04.09.03
News
Mario Scala, 51anni, era stato adottato appena nato. Pochi giorni fa un sogno premonitore

LA STORIA. Ritrova la famiglia con Facebook poi parla con la mamma in radio

Il ragazzo racconta, per la prima volta, tutta la sua storia al programma “Morning show” di Radio Grp

Ritrova la mamma biologica a 51 anni grazie a Facebook e a un sogno premonitore. E come se tutto ciò non bastasse, scopre anche di avere due fratelli e una sorella.

È la storia, incredibile, di Mario Scala, conduttore radiofonico torinese, che da 36 ore è riuscito a riabbracciare, seppur ancora virtualmente, la donna che l’aveva messo al mondo. Scoprendo anche il per- ché di quella separazione e col- mando un vuoto lungo mezzo secolo.

La mamma di Mario, Anna Maria, concepisce il suo primo figlio a 20 anni.

Ma siamo nel 1966, la maggiore età si raggiunge solo a 21 anni e la nonna di Mario decide, in autonomia e dopo alcuni mesi, di sottrarre il piccolo alla sua madre biologica, portandolo in istituto.

A due anni di età Mario viene adottato da una famiglia torinese. Giuliana e Aldo si prendono cura di lui, lo allevano senza fargli mancare nulla e al compimento dei suoi 7 anni gli raccontano anche dell’adozione.

E Mario, come tutti i ragazzi, cresce, studia, fa sport e si appassiona alla radio, tutt’ora suo grande amore.

Poi qualcosa cambia in una notte di alcuni giorni fa. Mario sogna una figura che gli dice di cercare i suoi genitori. È un messaggio forte e l’uomo decide di ascoltarlo. Prima ne parla con la madre adottiva per chiedere un consiglio, poi tramite la chiesa Sant’Agnese di corso Moncalieri, dove è stato battezzato, risale al suo cognome originale.

La prima opzione è cercare sul web. Su Google non trova nulla mentre su Facebook compare una ragazza di 18 anni, l’unica a portare quel cognome. Mario la contatta e scopre di avere davanti sua nipote, la figlia di suo fratello.

Da quel momento i passi diventano innumerevoli e Mario comincia a chattare con la moglie del fratello e poi con il fratello stesso. «È stata un’emozione indescrivibile» racconta il 51enne.

Mario racconta, per la prima volta, tutta la sua storia al programma “Morning show” di Radio Grp, intrattenendosi con gli speaker Marco e Giò e parlando in diretta con la sua madre naturale, e con uno dei fratelli, Matteo, che da tanto tempo lo stavano cercando. Sabato i due si vedranno per la prima volta e per entrambi sarà un momento magico.

Anna Maria aveva cercato Mario al tribunale dei minori e 15 anni fa tramite la trasmissione televisiva di Maria De Filippi, “C’è posta per te”. Nel frattempo Anna si separa dal marito, dal papà di Mario, ma continua la sua particolare ricerca.

«Sono cresciuto in una famiglia eccezionale – conclude ancora l’uomo -. Ma l’emozione di sapere che ho dei fratelli è stato qualcosa di inspiegabile e unico nel suo genere. Ora che ho capito cosa mi è successo da piccolo, voglio dire a mia mamma che le voglio bene e che non ho nessuna rabbia nei confronti di nessuno».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo