stazione volontari
Cronaca
CIRCOSCRIZIONE 6

La stazione Stura è insicura e sporca: alle maxi pulizie ci pensano i volontari

L’intervento di Torino Spazio Pubblico per rimuovere piante infestanti e immondizia

Insicura, spesso sporca e agli occhi dei passanti anche abbandonata. Eppure nonostante le cattive notizie c’è chi continua a farsi in quattro per rilanciare l’area di transito tra il parcheggio e la stazione Stura. Nella giornata di sabato sono scesi in campo i volontari di Torino Spazio Pubblico che hanno bonificato l’area, invasa dalle erbacce e dai rifiuti.

«È stato un piccolo ma comunque prezioso intervento – spiega il presidente, Giulio Taurisano -. Abbiamo ripulito diversi spazzi che ormai erano diventati una discarica senza ritegno. Inoltre sono state estirpate diverse piante infestanti, ormai lasciate al degrado». Giusto un mese fa era stata data la notizia dei nuovi cantieri necessari a rimettere in sesto la stazione. Oltre all’avvento delle luci a led. «Speriamo che con questa pulizia si possa dare il via a un intervento più ampio – raccontano i i volontari -. Magari i cittadini, vedendo l’area un minimo pulita, potrebbero aver la cortezza di buttare i rifiuti nel cestino e non per terra». E mentre i volontari puliscono, la Circoscrizione 6 – nel ringraziare i volontari – si interroga sul futuro del vicino sottopasso. «Serve sicurezza – rincara il consigliere di Torino Bellissima, Michele Celentano -. Negli ultimi mesi sono stati segnalati anche atti osceni in luogo pubblico. Ci sono senzatetto che dormono in stazione. E i pendolari non si sentono più sicuri».

All’ordine del giorno anche effrazioni ai danni delle auto. «L’uscita per via Toce – ha concluso Roberta Braiato di Torino Bellissima -, è buia e di sera non è proprio il massimo transitare a piedi». Rfi ha annunciato in Comune l’avvio di un cantiere per ripristinare una facciata crollata ad agosto del 2020. I lavori dureranno 6-8 mesi circa, riconsegnando la stazione ai cittadini in totale sicurezza. Qualcosa potrebbe muoversi anche per i sanitari, vandalizzati e diventati ritrovo dei tossici. Per risolvere l’ennesima grana potrebbero essere messi a pagamento.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo