TragediaSestriere
Cronaca
SESTRIERE Tragedia sul sentiero Bordin ieri a mezzogiorno

La staccionata cede e precipita nel vuoto: muore a soli vent’anni

La vittima è un giovane maratoneta che vive a Milano: la procura ha aperto un’inchiesta su quanto accaduto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

È precipitato per 150 metri, in fondo al burrone. Per Enrico Riccardo Marcato, di soli vent’anni, non c’è stato nulla da fare. Il ragazzo è morto sul colpo. Una tragedia che ieri ha funestato Sestriere dove Marcato si era recato con alcuni amici per percorrere, da Pragelato al Colle, il sentiero intitolato a Gelindo Bordin, un sentiero di una trentina di chilometri e meta, in estate e in inverno, di camminatori e maratoneti.

In una pausa della corsa il giovane, nato a Milano e residente a Barreggio Milanese, si era seduto per prendere fiato su una staccionata che delimita il cammino e che dà sul precipizio. «Il tempo per bere un sorso d’acqua e mangiare una barretta di cioccolato», ha riferito una testimone oculare che ha assistito all’incidente, mentre gli amici del ragazzo erano ancora lontani, e un asse della staccionata ha ceduto.

«Quel ragazzo ha perso l’equilibrio – ha riferito la donna ai carabinieri – ed è caduto di sotto». Una scena terribile che il silenzio dell’alta montagna ha reso ancor più drammatica. Il Soccorso Alpino è stato allertato immediatamente, sul posto è giunto anche un elicottero e le operazioni di recupero del corpo senza vita del giovane, sono durate alcune ore. L’incidente è avvenuto poco dopo mezzogiorno, mentre il cadavere è stato recuperato a pomeriggio inoltrato.

Lungo il sentiero Bordin sono giunti anche i carabinieri del Sestriere della compagnia di Susa che hanno effettuato le prime valutazioni sull’accaduto. Sono stati gli stessi investigatori a confermare che la caduta era stata causata dal cedimento della staccionata. La relazione dei militari è stata trasmessa in procura a Torino dove il sostituto procuratore Maria Eugenia Ghi ha aperto un’inchiesta e disposto una circostanziata perizia tecnica. La zona, palizzata compresa, è stata posta sotto sequestro e già oggi i tecnici valuteranno se il cedimento sia stato causato anche dalla mancata manutenzione della staccionata e se vi siano eventuali responsabilità.

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo