cinema chiuso gn
Tempo Libero
ESTATE IN CITTÀ

La serrata dei cinema: sale chiuse ad agosto, si spera nei “Minions”

Da lunedì rimarranno aperti solo Ambrosio, Greenwich Ideal e Uci Lingotto: è il risultato di due anni di Covid, dei titoli che mancano così come il grande pubblico

Chiusi per ferie, ma mai così a lungo e così tanti contemporaneamente: chi ama andare al cinema in città se ne sarà già accorto, l’estate 2022 verrà ricordata come quella con il minor numero di sale attive, da lunedì prossimo (quando chiuderà anche il Centrale) sarà possibile andare solo all’Ambrosio e al Greenwich, in centro, e spostandosi un po’ di più all’Ideal e all’Uci Lingotto. Questa situazione durerà sicuramente fino a dopo Ferragosto, si spera nel 18 con l’uscita dei “Minions”. Le arene estive all’aperto, sicuramente molto numerose, non sono sufficienti a equilibrare i numeri, essendo attive solo la sera e – soprattutto – concentrandosi su film “vecchi”, non certo prime visioni.

Come mai quest’anno tutti chiudono? E riapriranno tutti, a settembre? Compresi addirittura le star del centro, Lux Reposi. Al momento non ci sono motivi per essere negativi su questo secondo punto, ma non dimentichiamo che Torino è ancora un’eccezione e in Italia sono centinaia le sale chiuse per sempre dopo il Covid. Sui perché di queste lunghe ferie le risposte sono varie: sicuramente sono pochi i titoli interessanti in uscita e, più importante, sono pochissime le persone che compravano i biglietti (i costi di aria condizionata, in questi mesi, sono decisamente aumentati).

«Noi siamo sempre aperti, continuiamo ad offrire un servizio al pubblico e ai turisti. E l’aria condizionata funziona perfettamente», commentano non senza ironia dall’Ideal, sicuramente la struttura più attiva in questa fase estiva (anche Greenwich e Ambrosio chiuderanno qualche giorno, intorno a Ferragosto). Dopo l’uscita dell’ultimo “Thor” e di “Elvis”, pochi film si sono fatti notare dal pubblico: oggi l’unica novità è “Shark bait”, un film con gli squali come tanti che vengono proposti in continuazione (e gratis) dalla tv. E all’orizzonte ci sono, come detto sopra, solo i “Minions”, che arriveranno dal 18 agosto con alcuni giorni di anteprima dall’8 al 10. Alcuni sperano che l’horror “Nope”, in arrivo il 10, possa smuovere gli appassionati ma il sexy horror “X”, uscito pochi giorni fa, è andato malissimo al botteghino. Una fase strutturale di vacanza è inevitabile, anche i dipendenti delle sale e gli esercenti hanno diritto a qualche giorno di riposo: ma mai come nel 2022 le chiusure sono di settimane, spesso anche di oltre un mese.

Motivi per essere ottimisti, però, ce ne sono: il Nazionale dopo oltre un anno sta per riaprire, a settembre, passando da 2 a 4 sale; e anche il The Space di Parco Dora, chiuso nei mesi caldi, si appresta con Ferragosto a tornare operativo con un look molto più elegante. Dal 31 agosto la Mostra di Venezia diretta dal torinese Alberto Barbera tornerà a riaccendere gli entusiasmi dei cinefili, e i cinema cittadini saranno tutti pronti, rinnovati e riposati per quella che dovrà essere la stagione del rilancio. O del declino definitivo.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo